Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Aggiungendo la droga di goserelin alla chemioterapia impedisce la menopausa in anticipo in giovani donne con cancro al seno

La menopausa in anticipo può essere impedita e la fertilità può essere conservata in giovani donne con il cancro al seno della fase iniziale, secondo uno studio pubblicato oggi in New England Journal di medicina.

Un test clinico internazionale importante ha trovato che il rischio di inizio improvviso di menopausa può essere diminuito significativamente aggiungendo una droga chiamata goserelin al regime della chemioterapia. Le donne che hanno catturato il goserelin ed hanno voluto avere bambini egualmente erano più probabili ottenere incinte e consegnare un bambino in buona salute.

“Alcuni degli effetti secondari più distressing della chemioterapia in giovani donne con cancro al seno sono in anticipo ed inizio improvviso di menopausa e di sterilità,„ ha detto Kathy Albain, MD, autore senior, oncologo medico e Direttore del programma di ricerca clinico del cancro al seno del centro del Cancro di Bernardin del cardinale di Chicago dell'università di Loyola. “Questi risultati forniscono la speranza per le giovani donne cancro al seno che vorrebbe impedire la menopausa in anticipo o ancora avere bambini.„

Lo scopo globale del goserelin è temporaneamente di mettere le ovaie “a riposo„ durante la chemioterapia. “Abbiamo trovato quel, oltre a diminuire il rischio di menopausa improvvisa e in anticipo e di tutti sintomi che vanno d'accordo con la menopausa, goserelin eravamo molto sicuri e possiamo anche migliorare la sopravvivenza,„ il Dott. Albain ha detto. “Questi risultati stanno cambiando come gestiamo le giovani donne con cancro al seno.„

La prova multicentrata di fase 3 ha incluso le donne premenopausal più giovani di 50 chi ha avuto determinati tipi di cancri al seno della fase iniziale (quantità negativa del progesterone-ricevitore e dell'estrogeno). Per questo studio, 257 pazienti sono stati definiti a caso per ricevere la chemioterapia standard o la chemioterapia più il goserelin.

Dopo due anni, 22 per cento delle donne che ricevono la chemioterapia standard avevano fermato mestruare o avevano elevato i livelli di ormone conosciuto come FSH, un'indicazione di produzione diminuita dell'estrogeno e l'offerta dell'uovo. Tramite il confronto, soltanto 8 per cento delle donne che ricevono il goserelin avevano fermato mestruare o avevano elevato FSH. La tariffa di gravidanza era quasi due volte alta nel gruppo di goserelin (21 per cento contro 11 per cento).

Dopo quattro anni, 78 per cento di quelli che ricevono la chemioterapia standard non hanno mostrato segni o sintomi di cancro rispetto a 89 per cento dei pazienti che hanno ricevuto il goserelin. La sopravvivenza globale a quattro anni era 82 per cento nel gruppo standard della chemioterapia e 92 per cento nel gruppo di goserelin.

“Le donne Premenopausal che cominciano la chemioterapia per cancro al seno in anticipo dovrebbero considerare questa nuova opzione per impedire l'errore ovarico prematuro,„ il Dott. Albain e colleghi conclusivi.

Goserelin (denominazione commerciale, Zoladex®) è simili ad un ormone naturale fatto dall'ente. È approvato dalla FDA per il trattamento di carcinoma della prostata, di determinati disordini ginecologici benigni e di cancri al seno sicuri.

Goserelin è amministrato per iniezione. Nel test clinico, le donne definite al gruppo di goserelin hanno ricevuto una volta uno scatto ogni quattro settimane nel corso del loro regime della chemioterapia. Gli effetti secondari del goserelin erano rari e principalmente hanno compreso più sintomi relativi a diminuire l'attività delle ovaie durante la chemioterapia.

Circa 25 per cento dei cancri al seno si presentano in donne più giovani di 50. La chemioterapia del cancro al seno può avviare la menopausa in anticipo in donne nel loro 20s, 30s e 40s. Dopo il completamento della chemioterapia, alcune donne riattivano mestruare e possono avere bambini se scelgono di agire in tal modo. Ma per molte donne dopo la chemioterapia, la menopausa è permanente.

da menopausa indotta da chemioterapia tende a accendere improvvisamente e conseguentemente, i sintomi sono molto più intensi. Questi sintomi comprendono i periodi irregolari e poi la cessazione dei periodi completamente, siccità vaginale, le vampate di calore, notte suda, problemi di sonno, cambiamenti dell'umore, obesità, capelli d'assottigliamento, interfaccia asciutta e perdita di pienezza del petto.

“La menopausa in anticipo nei più giovani pazienti di cancro al seno può essere molto debilitante,„ il Dott. Albain ha detto.

Source:

Loyola University Health System