Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Promessa delle tenute di Sunitinib per il trattamento di tumore della tiroide differenziato avanzato

In pazienti con tumore della tiroide avanzato, il sunitinib, una droga approvata per il trattamento di parecchi altri cancri, indicato l'attività significativa t di Cancro-combattimento, un nuovo test clinico di fase 2 ha trovato. I risultati dello studio del unico centro saranno presentati domenica alla riunione annuale della società endocrina novantasettesima a San Diego.

“Sunitinib può potenzialmente essere utilizzato come efficace trattamento aggiuntiva in pazienti con tumore della tiroide differenziato avanzato,„ ha detto il ricercatore principale Kenneth Burman, il MD, capo della ghiandola endocrina al centro dell'ospedale di MedStar Washington, Washington, DC

Il tumore della tiroide differenziato è il tipo più comune di cancro della tiroide, una ghiandola nel collo. Per i pazienti con questo tipo di cancro, l'ambulatorio ed il trattamento con iodio radioattivo per distruggere le cellule tumorali sono molto efficaci, ma in alcuni pazienti, il tumore continuerà a progredire.

Burman ed i suoi colleghi hanno verificato l'effetto del trattamento di sunitinib in 23 pazienti con tumore della tiroide differenziato avanzato-fase che aveva subito almeno un corso del trattamento radioattivo dello iodio. Soprattutto, hanno misurato la sopravvivenza senza progressione, la durata che il tumore non ha progredito. Egualmente hanno misurato la risposta della crescita del tumore a sunitinib facendo uso dei criteri di valutazione di risposta in tumori solidi (RECIST). I pazienti hanno ricevuto una dose quotidiana cominciante (37,5 milligrammi) di Sunitinib orale

La sopravvivenza senza progressione mediana era del 241 giorno, o di circa otto mesi, i ricercatori riferiti.

Poiché questo era un test clinico di fase 2, non c'era gruppo di controllo. I ricercatori hanno comparato i loro risultati a quello del gruppo di controllo da uno studio recentemente pubblicato in pazienti allo stesso tipo di cancro che ha ricevuto un placebo, o di pillola “fittizia„. Rispetto a questi comandi, Burman ed il suo gruppo hanno trovato che la sopravvivenza senza progressione (PFS) con il trattamento di Sunitinib nel loro studio era significativamente più lunga di senza. Ulteriormente, il PFS facendo uso di Sunitinib era comparabile a quello precedentemente riferito per Sorafenib.

Secondo l'estratto di studio, 83 per cento dei pazienti sunitinib-trattati hanno tratto giovamento dal trattamento, con qualsiasi restringimento significativo dei tumori (risposta parziale) o hanno rallentato la progressione di malattia (malattia stabile). Sei pazienti (26 per cento) hanno avuti una risposta parziale a Sunitinib e 13 (57 per cento) hanno avuti malattia stabile.

“Sunitinib non è una maturazione ma sembra da questo studio che possa rallentare la progressione della malattia,„ Burman ha detto.

Ha aggiunto quello, generalmente i loro pazienti ha tollerato la medicina abbastanza bene, con gli eventi avversi il più comunemente riferiti che sono delicati o moderati.

Sunitinib è attualmente disponibile per il trattamento del cancro renale avanzato delle cellule ed altri due tipi di cancri nell'ambito della marca Sutent, da Pfizer, che hanno supportato questo studio. Una terapia mirata a, sunitinib funziona inibendo le proteine multiple in cellule tumorali, limitando la crescita della cellula tumorale e la divisione.

Secondo Burman, il sunitinib merita un più grande, controllato, prova di fase 3 per il trattamento di tumore della tiroide differenziato avanzato.

Source:

The Endocrine Society