Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

GFT505 dimostra l'efficacia dipendente dalla dose sul punto finale primario nella prova di fase 2 NASH

GENFIT (Euronext: GNFT; ISIN: FR0004163111), oggi annuncia i risultati di topline della prova GOLDEN-505 di fase 2 in NASH.

dovuto la tariffa inattesa di risoluzione di NASH in pazienti ha ripartito le probabilità su a placebo che ha avuto NASH iniziale (un NAS di 3, risposta rate>57% del placebo), con il numero alto dei siti per una dimensione del campione limitata, lo studio mentre inizialmente progettato non ha permesso alla prova di incontrare direttamente il punto finale primario. Con la correzione per questa severità del riferimento e l'eterogeneità del sito da un'analisi statistica standardizzata, GFT505 120mg incontra il punto finale primario: Inversione su NASH senza peggiorare della fibrosi, come dettagliato sotto.

Il trattamento con GFT505 fornisce un effetto benefico significativo sul punto finale primario (GFT505 120mg contro placebo, p=0.016, RR=2.03) nella popolazione ripartita con scelta casuale globale (n=274, analisi completa fissata), dove i pazienti senza una conclusione della biopsia del trattamento sono stati considerati come non radar-risponditore. Il punto finale primario egualmente è stato raggiunto nella popolazione evaluable dei pazienti che hanno subito sia il riferimento che la conclusione delle biopsie del fegato di studio (n=237, ITT; p=0.027 contro placebo; RR=1.94). Nella popolazione paziente evaluable, GFT505 120mg egualmente ha un effetto benefico di una diminuzione del NAS-punteggio ≥2 (p=0.04 contro placebo).

I pazienti in anticipo di NASH con NAS=3 non sono stati inclusi in altre prove recenti di NASH. Se lo stesso è fatto nello studio GOLDEN-505, tenente i pazienti con la malattia più severa definita da NAS≥4 (n=202), GFT505 120mg dimostra un raddoppiamento dei radar-risponditore sul punto finale primario (22,4% contro 12,7%, p=0.046, RR=1.9), così fornendo la prova di un vantaggio clinicamente significativo in pazienti la malattia più avanzata.

Questa 52 prova di fase 2b di settimana ha valutato l'efficacia e la sicurezza di GFT505 in 274 oggetti (doppio capanno mimetico, controllato a placebo; tre armi: placebo, 80mg, 120mg) con centrale-read, fegato NASH provato biopsia attraverso 56 centri in nove paesi in America settentrionale ed Europa. I criteri di studio hanno richiesto ai pazienti di avere tutte e tre le componenti istologiche di NASH. Punteggio di attività di NAFLD dei pazienti', o NAS, variato da quelli con la malattia precoce con NAS=3 alla malattia severa di NAS=8. Il punto finale primario è stato definito come “risoluzione di NASH senza peggiorare della fibrosi„ che richiede il raggiungimento del NAS di zero su qualunque delle tre componenti istologiche. Questa prova egualmente ha valutato un insieme completo della sicurezza e dei punti finali secondari di efficacia.

La valutazione di vari biomarcatori conferma l'attività biologica utile di GFT505 120mg. Specificamente, facendo uso dell'analisi di protocollo iniziale, il miglioramento significativo dei biomarcatori riferiti seguente fegato è stato notato statisticamente: diminuzione di alt, di GGT, dell'ALPE e del miglioramento sui vari punteggi compositi di NAFLD (Steatotest, Fibrotest, indice analitico del fegato grasso, punteggio di fibrosi di NAFLD).

Anche sopra il vario livello delle terapie di cura, GFT505 fornisce i miglioramenti supplementari contro placebo sui fattori di rischio cardio-metabolici, comunemente ha trovato nei pazienti di NASH:

- profilo del lipido: TG, LDL-C, HDL-C
- indici analitici glycemic/insulino-resistenza in diabetici: HbA1c, FPG, insulina di digiuno
- indicatori infiammatori: Optpglobina, fibrinogeno, CRP

Catturati insieme, questi effetti benefici sui parametri cardio-metabolici sono molto importanti per il trattamento e la gestione dei pazienti di NASH, in cui la malattia cardiovascolare è la causa principale della mortalità.

La valutazione di sicurezza di questo studio di un anno dimostra un profilo molto favorevole, che è coerente con le conclusioni degli esami di DSMB in tutto lo studio. Non c'era eventi cardiaci, segnale su cancro, né morte nei gruppi del trattamento GFT505. Il peso è rimanere stabile e nessun segnale per l'edema è stato osservato. Un aumento dipendente dalla dose leggero in creatinina è stato notato (< 5%; GFT505 120mg contro placebo), che è un effetto reversibile conosciuto di GFT505. Gli eventi avversi più comuni erano della natura gastrointestinale dell'intensità delicata.

GENFIT completamente è soddisfatto da questo studio di fase 2, nel consenso con i sui esperti in tasto NASH, che questo studio assicura, come previsto, tutte le informazioni state necessarie per muoversi in avanti e progettare le prove imminenti di fase 3. Questi dati saranno presentati nelle settimane prossime alle agenzie regolarici (FDA, AME) come base per il lancio di fase 3. Il preparato del manoscritto in un giornale scientifico importante è in corso.

“Questa è la prima prova vero internazionale in NASH attraverso i siti multipli ed oltre 2 continenti. Questo studio è stato svolto secondo FDA e standard di AME, facendo uso di qualità rigorosa in tutti gli aspetti operativi del comportamento di prova (procedure considerevolmente centralizzate per la lettura di biopsia, le analisi del laboratorio)„ ha detto il Dott. Sophie Mégnien, CMO.

Ha aggiunto “la progettazione, metodologia e l'analisi è stata elaborata a stretto contatto con le autorità, gli esperti chiave in NASH, esperti rinomati indipendenti per la valutazione di sicurezza (DSMB). La progettazione della fase 3 sarà ottimizzata con l'analisi approfondita di questi risultati e con il supporto continuo dei nostri esperti.„

“Questa prova critica dimostra che GFT505 è sicuro e produce un miglioramento dipendente dalla dose in istologia del fegato in pazienti con NASH. Oltre il suo chiaro profilo di sicurezza, GFT505 migliora frequentemente i fattori di rischio cardio-metabolici presenti in questi pazienti.„ prof. detto Vlad Ratziu, ricercatore principale e coordinatore dell'internazionale del GOLDEN-505 studia. “Questo studio convalida la modulazione di PPARa e di PPARd come obiettivi farmacologici per il trattamento del NASH. A mio parere, questi dati dovrebbero incoraggiare ulteriore sviluppo di GFT505 per il trattamento di NASH.„

Jean François Mouney, CEO di GENFIT aggiunto:

Questo studio che dimostra l'efficacia e la sicurezza di GFT505 ci porta un passo avanti importante verso la prima riga terapia per il trattamento di NASH, che rimane un bisogno medico insoddisfatto importante. GENFIT, con gli esperti in materia chiave di NASH, sono convinti tramite questi risultati e stiamo preparando insieme un manoscritto per una pubblicazione dettagliata in giornale scientifico esaminato il pari principale internazionale. A seguito del consiglio dei sui esperti, GENFIT sta preparando per la fase 3 di GFT505 in NASH e pianificazione per le riunioni seguenti con FDA e l'AME discutere la progettazione delle prove chiave. Durante la conferenza di EASL che sarà tenuta a Vienna ad aprile, organizzeremo 2 eventi, uno con gli investitori e gli analisti ed un altro per i ricercatori della prova GOLDEN-505.