Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Scoppio resistente alla droga di Escherichia coli collegato agli endoscopi contaminati nell'ospedale statale di Washington

Uno scoppio di sforzo novello di Escherichia coli (Escherichia coli) resistente agli antibiotici è stato collegato agli endoscopi contaminati in un ospedale statale di Washington. Lo studio indica che le linee guida di pulizia dello standard industriale, che sono state oltrepassate da staff ospedaliero, non possono essere sufficienti per gli endoscopi di sterilizzazione adeguatamente. La ricerca è stata pubblicata online in controllo di infezione & epidemiologia dell'ospedale, il giornale della società per l'epidemiologia di sanità dell'America.

“Sebbene gli endoscopi siano stati ritrattati secondo gli standard industriali, abbiamo identificato gli endoscopi contaminati che potrebbero facilitare la trasmissione dell'organismo multidrug-resistente,„ abbiamo detto Kristen Wendorf, il MD, il ms, autore principale dello studio. “Come conseguenza dello scoppio recente di CRE dovuto gli endoscopi contaminati, sospettiamo che la trasmissione endoscopio-associata dei batteri è più comune di quanto riconosciuta ed impedita non adeguatamente dalle linee guida di ritrattamento correnti.„

Durante il periodo di novembre 2012-agosto 2013, un ospedale nello Stato del Washington Ha avvertito uno scoppio dei batteri rari di Escherichia coli, inizialmente identificato con la prova molecolare dei batteri dell'isolato dal laboratorio di salute pubblica dello Stato del Washington. Il test ha identificato un cluster di Escherichia coli carbapenemico-resistente con i marcatori genetici distinti, suggerente una sorgente comune.

I ricercatori hanno collaborato con staff ospedaliero per condurre una ricerca di salute pubblica per determinare le dimensioni dello scoppio, per identificare le sorgenti potenziali della trasmissione e della progettazione e per applicare le misure di controllo di infezione impedire i casi futuri.

La ricerca ha identificato 32 pazienti con i batteri specifici. Tutti i pazienti hanno avuti malattia pancreatica o biliare severa ed avevano subito il cholangiopancreatography retrogrado endoscopico (ERCP). Un esame del produttore delle procedure di pulizia dell'endoscopio ha trovato l'ospedale trattato per essere sopra gli standard industriali. Tuttavia, l'esame ha trovato i difetti seri negli endoscopi che non erano evidenti durante la prova dell'ospedale. Mentre verificava le portate a batteri, il ricercatore egualmente ha trovato la metà dei batteri harbored portate ritrattati, compreso i due utilizzati nelle procedure di ERCP che hanno verificato il positivo a batteri specifici di Escherichia coli. Anche dopo una revisione dal produttore, queste portate harbored i batteri nel canale dell'elevatore.

Più di 30 per cento dei pazienti infettati con i batteri sono morto durante la ricerca e sette delle morti si sono presentati durante l'ospedalizzazione entro 30 giorni della data che l'isolato di Escherichia coli è stato ottenuto, sebbene non fosse possibile determinare se un'infezione ha contribuito alle morti. Le diagnosi primarie per i pazienti che sono morto cancro del pancreas incluso, tumore del colon, colangite sclerotica primaria e trapianto renale/pancreatico.

“Lo scoppio è stato individuato con un programma di controllo sanitario di salute pubblica che è stato migliorato con l'aggiunta della prova molecolare e probabilmente sarebbe andato inosservato altrimenti,„ ha detto Wendorf. “La sorveglianza sistematica è cruciale per subito il riconoscimento degli scoppi ed il video e la risposta alla minaccia in corso dagli organismi multidrug-resistenti nelle strutture ospedaliere.„

Come conseguenza di questo scoppio, l'ospedale ha intrapreso le misure costose e straordinarie per minimizzare il rischio per la trasmissione in relazione con l'endoscopio di infezione. La funzione ora quarantines le portate di ERCP dopo che pulendo e non le rilascia per uso finché le culture non siano negative a 48 ore. Malgrado queste misure di sicurezza supplementari, le portate dell'ospedale continuano a dare segni dei batteri dopo la pulizia ed a richiedere la pulizia supplementare prima dell'uso seguente.

Mentre ci sono standard industriali per la pulizia delle queste unità, le linee guida di manutenzione non sono disponibili dai produttori. I ricercatori notano la necessità di comprendere i programmi di manutenzione e di valutazione nei trattamenti di approvazione di queste unità nel muoversi in avanti per assicurare i trattamenti adeguati di pulizia.

Source:

Society for Healthcare Epidemiology of America