La terapeutica di Nabriva completa di finanziamento di $120 milioni la serie B

La serie di finanziamento di B include il nuovo capitale di Vivo degli investitori e il lefamulin del prodotto del cavo di OrbiMed che avanzano alla fase 3

Terapeutica AG, una società di biotecnologia messa a fuoco sui pleuromutilins di sviluppo, una nuova classe di Nabriva di antibiotici per il trattamento delle infezioni serie causate dai batteri gram-positivi e gram-negativi resistenti, oggi ha annunciato il riuscito completamento di finanziamento di $120 milioni di una serie B. Il finanziamento piombo dal nuovo capitale e da OrbiMed di Vivo degli investitori basato gli Stati Uniti e comprende il capitale EcoR1, la capitale del pugile delle scienze biologiche di Tavistock ed il nuovo investimento dall'investitore attuale HBM. I partner attuali degli investitori Phase4, la fiducia di Wellcome, GLSV ed il fondo di impresa di Novartis egualmente hanno partecipato al giro. I rappresentanti del capitale e di OrbiMed di Vivo uniranno l'organo di vigilanza di Nabriva.

La fetta iniziale di $50 milioni permetterà a Nabriva di progredire il suo prodotto del cavo, lefamulin, negli studi clinici di fase 3 nella polmonite batterica comunità-acquistata (CABP) e di continuare lo sviluppo della sua conduttura del prodotto.

Il Dott. Colin Broom, direttore generale di Nabriva, ha detto: “Siamo deliziati per attirare l'investimento da alcuni degli investitori principali della sanità del mondo. È convalida dell'approccio di Nabriva nello sviluppare la classe antibiotica di pleuromutilin, che ha un meccanismo unico di atto quindi contribuire a combattere la corrente e l'emergenza evolventesi della resistenza agli antibiotici attualmente disponibili. Apprezziamo l'impegno dei nostri investitori attuali e della fiducia che continuata hanno indicato in Nabriva. Accogliamo favorevolmente il Dott. Chen Yu da Vivo ed il sig. Chau Khuong da OrbiMed all'organo di vigilanza ed aspettiamo con impazienza di trarre giovamento dalla loro competenza mentre avanziamo i nostri programmi.„

Il Dott. Chen Yu, socio gerente al capitale di Vivo, ha detto: “Siamo eccitati per lavorare con Nabriva nello sviluppo delle droghe per affrontare le emissioni urgenti intorno a resistenza a antibiotici. Crediamo che Nabriva sia una di alcune società della fase dello sviluppo con un prodotto antibiotico vero novello pronto per gli studi di fase 3 e con un chiaro percorso alla commercializzazione. Siamo soddisfatti di supportare la società mentre fornisce la sua fase seguente della crescita.„

Dott. Denise Pollard-Cavaliere, presidente dell'organo di vigilanza di Nabriva, aggiunto: “La diffusione rapida della resistenza della multi-droga è una minaccia crescente di salute pubblica riconosciuta dai responsabili politici globali poichè i governi investono le risorse ed il finanziamento per affrontare questo problema. Lo sviluppo degli antibiotici novelli con un meccanismo unico di atto contro questi agenti patogeni è estremamente importante nello sviluppare una nuova generazione di droghe. Questa serie B è una forte approvazione finanziaria e scientifica e fornisce Nabriva le fondamenta solide per sviluppare una società biofarmaceutica globale paziente-centrica.„

Nabriva è messo a fuoco sulla scoperta e sullo sviluppo degli antibiotici di pleuromutilin. Il prodotto del cavo di Nabriva, il lefamulin (BC ‑ 3781), è sistematicamente il primo pleuromutilin disponibile per uso umano e sta fornendo gli studi chiave di fase 3 per il trattamento di polmonite batterica comunità-acquistata (CABP). Lefamulin possiede l'attività in vitro potente contro gli agenti patogeni più comuni connessi con CABP, specificamente pneumoniae dello S., catarrhalis del M., di Hemophilus influenzae, pneumoniae s.aureus E Del M., pneumophila del L. e pneumoniae del C., compreso gli sforzi resistenti della multi-droga.

I programmi preclinici comprendono lo spettro esteso Pleuromutilins (ESPs), una nuova generazione di antibatterici che possiedono l'attività in vitro contro le minacce batteriche urgenti e serie identificate dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) compreso le enterobatteriacee carbapenemico-resistenti (CRE), mentre mantengono lo spettro antimicrobico del lefamulin. Come tale, il ESPs rappresenta lo sviluppo tanto necessario di una classe novella di antibatterici, con un meccanismo unico di atto, diretto a rispondere a questo bisogno medico insoddisfatto significativo.

Source:

Nabriva