Lo studio di Uc San Diego esamina l'infiltrazione falsificata della droga nelle catene di fornitura globali della medicina

Quando voi catturate un farmaco per esempio ricco in colesterolo, sapere che la pillola è realmente che cosa il contrassegno dice che è? Secondo il tipo di medicina e dove vivete, la minaccia dei farmaci falsificati (anche citati come di falsificato, di fraudolento e di inferiore alla media) può essere abbastanza reale, eppure la portata e la prevalenza complete del problema è capite male, dicono i ricercatori all'università di California, alla scuola di medicina di San Diego in un 20 aprile pubblicato nuovo rapporto nel giornale americano di medicina tropicale ed all'igiene.

Le medicine falsificate sono state definite tradizionalmente come quelli per cui l'identità o la sorgente è mislabeled in un modo che le fa sembrare essere un prodotto genuino quando non sono, comunque le definizioni del problema stessa sono l'argomento di dibattito internazionale.

Il rapporto di Uc San Diego fa parte di un supplemento speciale del giornale che caratterizza vari studi che esaminano gli aspetti “della pandemia globale delle medicine falsificate.„ Prodotto dalle diverse università ed istituzioni attraverso il paese ed il mondo, il supplemento studia la qualità delle droghe vitali e largamente vendute, quali gli antimalarico e gli antibiotici; nuove prove ed analisi per individuare le droghe falsificate; e cambi politici proposti e leggi per diminuire la distribuzione e la vendita dei farmaci falsificati.

Lo studio di Uc San Diego ha esaminato la profondità dell'infiltrazione falsificata della droga nelle catene di fornitura legittime globali della medicina. “Il nostro studio è stato basato sui dati dall'istituto farmaceutico di obbligazione (PSI), un'organizzazione senza scopo di lucro con i membri dalla comunità farmaceutica di obbligazione,„ ha detto l'autore principale Tim K. Mackey, MAS, PhD, assistente universitario di anestesiologia e la salute pubblica globale, Direttore dell'istituto di criterio di integrità e del direttore associato globali del programma unito delle lastre nel criterio di integrità e nella legge. “I dati di PSI sono raccolti dai sui membri dell'industria, dall'applicazione di legge, dai regolatori della droga, dall'industria farmaceutica e dai rapporti di media e sono confermati da un gruppo dei ricercatori multilingue. È il solo studio sul suo genere con le statistiche globali sui farmaci falsificati. Abbiamo limitato la portata per legittimare le catene di fornitura, i posti in cui pensate ottenere le medicine legittime, quali gli ospedali e le farmacie.„

L'individuazione e “la sorpresa primarie,„ ha detto Mackey, è come piccolo è conosciuto circa la portata precisa del problema e quanto pochi meccanismi esistono per rifletterlo malgrado la disponibilità di alcuni dati. Durante il periodo studiato fino al 2011, 2009, là erano 1.510 rapporti falsificati totali di incidenza tabulati dallo PSI. Ma “nessuno ha una buona idea quanto grande il problema realmente è,„ ha detto Mackey. “Ci sono congetture, ma è statistiche accurate difficili da ottenere su un'attività criminale di questa grandezza.„

Il problema falsificato della droga non è nuovo, appena più grande che mai, dica gli esperti. Copre le droghe ampiamente usate, considerevolmente antimalarico e droghe più d'alto valore e più molto richieste, quali i farmaci per trattare il HIV/AIDS, la malattia cardiovascolare seria ed il cancro. Secondo un'organizzazione mondiale della sanità 2000 riferisca, quasi un terzo delle droghe falsificate identificate non ha contenuto principio attivo; e più di 20 per cento hanno avuti quantità sbagliate di principi attivi o hanno contenuto gli ingredienti sbagliati. Altre pratiche fraudolente hanno incluso l'imballaggio e gli alti livelli falsi delle impurità.

Ogni anno, ha stimato fra 100.000 e 1 milione di persone muoiono dal usando le droghe falsificate.

“Il takeaway più importante del nostro studio è che non abbiamo i dati o la sorveglianza necessari per effettuare gli interventi o il cambio politico significativi di salute pubblica,„ Mackey ha detto. “Come esempio, più della metà del nostro gruppo di dati proveniva da quattro paesi, non necessariamente perché questi paesi hanno la maggior parte delle falsificazioni, ma possibilmente perché sono paesi di transito o sono quelle attivamente che le cercano.„ I ricercatori egualmente hanno notato che massa di paesi non non file rapporti di incidenza della falsificazione durante il periodo di studio.

“Speriamo che questo studio richieda i leader d'opinione chiave e responsabili della politica per fare i cambiamenti necessari a sorveglianza, ad obbligazione ed a miglioramenti a controllo farmaceutico delle catene di fornitura della droga per impedire gli incidenti della medicina falsificati futuro e proteggere i pazienti mondiali,„ ha detto Mackey.

Source:

University of California, San Diego School of Medicine