Kallistem raggiunge la spermatogenesi umana completa in vitro per il trattamento della sterilità maschio

Questa ricerca apre la strada affinchè le terapie innovarici conservi e riparare la fertilità maschio, una questione importante con impatto globale; i numeri degli spermatozoi sono diminuito da 50% durante gli ultimi cinquanta anni

Kallistem, che sviluppa le tecnologie innovarici della coltura cellulare nella biologia riproduttiva, oggi annuncia un mondo in primo luogo: spermatogenesi umana in vitro. Alla fine del 2014 la società poteva produrre gli spermatozoi umani completamente formati in laboratorio la regolazione, facendo uso delle biopsie testicolari pazienti che contengono soltanto le cellule germinali acerbe, o gli spermatogoni.

Una serie di gruppi nel mondo intero stanno provando affinchè oltre 15 anni raggiungano la spermatogenesi umana in vitro. La spermatogenesi è un trattamento fisiologico estremamente complesso che richiede i 72 giorni in vivo. Per raggiungere questo mondo in primo luogo, Kallistem sta facendo leva due innovatori, le tecnologie brevettate capaci di rispetto degli standard regolatori correnti.

Questa realizzazione tecnica scientifica e contribuirà a confermare la posizione di Kallistem come il leader mondiale nella spermatogenesi in vitro. Fin qui, Kallistem ha costituito un fondo per il suo sviluppo da sè. Nel 2015 mira a sollevare i fondi per accelerare le sue pianificazioni per la crescita ed egualmente sta cercando i partner per la sua espansione in Stati Uniti.

La società sta installando un progetto di sviluppo terapeutico per i pazienti di cui la fertilità è al rischio. Le prove precliniche si pensano che durino fino al 2016, con i test clinici che cominciano nel 2017. L'obiettivo quinquennale di Kallistem è di commercializzare le sue tecnologie con l'autorizzazione ai fornitori nel servizio riproduttivo assistito della tecnologia come pure venderli direttamente alle cliniche di fertilità pubbliche e private.

“Kallistem sta affrontando una questione importante di cui gli impatti sono sentiti universalmente: il trattamento di sterilità maschio. Il nostro gruppo è il primo nel mondo sviluppare la tecnologia richiesta per ottenere gli spermatozoi in vitro completamente formati con rendimento sufficiente per IVF facendo uso del ICS. Ciò è un risultato scientifico importante che migliora sia la nostra credibilità che il nostro potenziale di sviluppo,„ ha detto Isabelle Cuoc, CEO di Kallistem. “Stiamo mirando ad un servizio globale degno parecchio miliardo euro in cui non ci sono corrente giocatori. Ciò dovrebbe convincere i partner finanziari futuri partecipare in serie finanziamento di A, che invitare per avere luogo prima della fine del 2015.„

“Raggiungere la spermatogenesi completa in vitro, dagli spermatogoni da parte a parte allo stadio finale degli spermatozoi maturi, non appena in specie animali, ma anche in esseri umani, è un risultato reale di biotecnologia,„ ha detto il professor Hervé Lejeune del dipartimento di medicina riproduttiva al centro delle donne, della madre e del bambino dell'ospedale universitario di Lione. “Questo apre le possibilità terapeutiche attese da tempo.„

Trattamento della sterilità maschio: un'emissione globale

Secondo i preventivi della società, il trattamento della sterilità maschio potrebbe fornire un valore del mercato sopra €2.3 miliardo ($2,58 miliardo), più di 50.000 nuovi pazienti ogni anno. In paesi sviluppati, il numero degli spermatozoi per eiacula è dimezzato durante gli ultimi cinquanta anni. Gli approcci terapeutici per i pazienti in questa area sono limitati. Per esempio, non c'è corrente il trattamento per conservare la fertilità dei ragazzi pre-pubescenti che subiscono il trattamento gonadotoxic quale la chemioterapia. Questo influenze oltre 15.000 giovani malati di cancro universalmente. Né c'è tutta la soluzione per i maschi adulti che vivono con la sterilità non indirizzata dai trattamenti correnti. Oltre 120.000 uomini viva con l'azoospermia non ostruttiva. Obiettivi di Kallistem per soddisfare le esigenze di questi pazienti. Da una biopsia testicolare, sarà possibile ottenere gli spermatozoi che cryopreserved finché l'uomo non desideri generare un bambino e poi saranno utilizzati nella fertilizzazione in vitro di ICSI.