Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La biopsia Multicentrata di manifestazioni WATS3D di studio aumenta la rilevazione di pre-Cancro esofageo tramite ablazione endoscopica seguente di 60% dell'Esofago di Barrett

I Sistemi Diagnostici di CDx hanno annunciato oggi i nuovi dati clinici da uno studio multicentrato che dimostra l'utilità della biopsia3D di WATS per sorveglianza di post-ablazione dell'esofago e della displasia esofagea di Barrett. I risultati, dal più grande campione di dati del suo genere presentato fin qui, trovato che aggiungere WATS3D alla biopsia del forcipe ha aumentato la rilevazione di Barrett residuo o ricorrente e di displasia di circa 60%. Questi risultati sono stati evidenziati durante la presentazione orale (345 Orali), “Biopsia della Spazzola di Transepithelial Con Rilevazione Su ordinatore di Aumenti dell'Analisi del Tessuto Del Metaplasia Residuo O Ricorrente E della Displasia Intestinali che Seguono l'Ablazione Endoscopica Dell'Esofago di Barrett,„ tenuto durante la Settimana 2015 (DDW) di Malattia Digestiva, avente luogo dal 16-19 maggio 2015 a Washington d.c.

La biopsia3D di WATS raccoglie una zona vasta, esemplare disgregato del tessuto di intero spessore dell'epitelio sospetto. Questo esemplare unico del tessuto poi è sottoposto l'analisi dimensionale a 3 specializzati e su ordinatore per segnare le celle con esattezza potenzialmente anormali per la presentazione ad un patologo. Nei test clinici, l'uso aggiuntiva di WATS3D ha aumentato significativamente la tariffa di rilevazione sia dell'esofago che della displasia esofagea di Barrett nelle popolazioni1-2 di sorveglianza e3 della selezione.

Michael S. Smith, MD, MBA, Direttore Medico del Programma Esofageo alla Scuola di Medicina di Temple University ha detto:

La terapia di Ablazione per l'esofago di Barrett è lo strumento più potente disponibile aiutarci a proteggere i pazienti dall'adenocarcinoma esofageo, uno degli più a crescita rapida e la maggior parte dei moduli micidiali di cancro negli Stati Uniti, dopo la terapia di ablazione, pazienti richiedono la sorveglianza endoscopica in corso di assicurare che tutte le celle precancerose si siano distrutte e che non ritornano. Corrente seguiamo questi pazienti che usando le piccole biopsie casuali multiple del forcipe che possono verificare soltanto una piccola frazione di rivestimento esofageo. Questo studio è importante perché approfondisce la nostra comprensione del ruolo importante che WATS3D può svolgere nell'indirizzo dell'errore di campionamento generato usando una tecnica che lascia tali un gran numero di tessuto unsampled, in cui la malattia precancerosa non trattata potrebbe essere nascosta

Lo studio ha incluso 208 procedure e 110 pazienti. l'istologia di Pre-Ablazione ha compreso la displasia dell'alto grado o adenocarcinoma intramucosal (55,5%), displasia della qualità inferiore (20,9%) e l'esofago non displastico di Barrett (23,6%). I Forcipi biopsiano il metaplasia intestinale residuo o ricorrente identificato di post-ablazione in 39 casi (18,8%) e displasia o neoplasia in 7 casi (3,37%). L'uso Aggiuntiva di WATS3D ha identificato altre 24 casse dell'esofago di Barrett e quattro casi di displasia mancanti dalla biopsia del forcipe. Di Conseguenza, il rendimento incrementale di aggiunta del WATS3D alla biopsia del forcipe per questi pazienti di post-ablazione era 61,5% per il metaplasia intestinale e 57,1% per displasia e neoplasia. Non ci erano complicazioni connesse con3D WATS reporte “che Questi dati dimostrano che nell'impostazione di post-ablazione, uso aggiuntiva di WATS3D con rilevazione di aumenti di biopsia del forcipe di pre-Cancro esofageo residuo o ricorrente in assenza della malattia endoscopico visibile,„ ha detto l'autore principale Natalya Iorio, MD, dell'Ospedale di Temple University. “Più Ulteriormente gli studi ci aiuteranno ad ottimizzare la tecnica di campionatura3D di WATS per massimizzare la rilevazione del metaplasia, della displasia e della neoplasia come pure determinano quali pazienti trarranno giovamento la maggior parte dal suo uso.„

Vivek Kaul, MD, FACG, FASGE, Capo di Gastroenterologia all'Università di Centro Medico di Rochester, aggiunta: “I Pazienti con l'esofago di Barrett dovrebbero essere informati che le andature di maggiore sono state fatte nella gestione e nel trattamento della malattia, soprattutto con le tecniche endoscopiche di ablazione. Con la giusta pianificazione di cura, la progressione all'adenocarcinoma esofageo ora è evitabile. Tuttavia, efficace, frequente, la sorveglianza dopo una procedura di ablazione è egualmente estremamente importante. Con la campionatura3D di biopsia della spazzola di WATS, sia i gastroenterologi che i pazienti possono ritenere una misura aggiunta di fiducia nei risultati di sorveglianza, in aggiunta alla biopsia standard del forcipe risulta da solo.„