Esposizione dell'aflatossina associata a un aumentato rischio del cancro della cistifellea

In un piccolo studio nel Cile che i pazienti inclusi con il cancro della cistifellea, l'esposizione ad aflatossina (una tossina prodotta dalla muffa) sono stati associati con un rischio aumentato di cancro della cistifellea, secondo uno studio nell'emissione del 26 maggio del JAMA.

Nel Cile, il cancro della cistifellea è una causa principale della morte del cancro in donne. L'esposizione ad aflatossina, un agente cancerogeno del fegato, è associata con il cancro della cistifellea in primati. La contaminazione dell'aflatossina è stata identificata nel Cile, includente nel rojo di aji (peperoncini rossi). Il rojo di Aji è associato con il cancro della cistifellea; tuttavia, l'associazione di aflatossina con il cancro della cistifellea in esseri umani direttamente non è stata valutata, secondo informazioni di base nell'articolo.

Catterina Ferreccio, M.D., M.P.H., del Pontificia Universidad Catolica de Cile, Santiago, Cile e colleghi ha valutato i complessi dell'aflatossina-albumina del plasma (un composto) ed il cancro della cistifellea in uno studio pilota condotto dall'aprile 2012 all'agosto 2013. L'aflatossina forma i complessi con l'albumina nel sangue periferico che accumulano la volta fino a 30 più su con cronico contro la singola esposizione. I ricercatori hanno valutato il complesso dell'aflatossina B1-lysine (complesso AFB1) in partecipanti. Il consumo di rojo di Aji era risoluto via il questionario.

L'analisi definitiva ha incluso 36 pazienti (casi) con il cancro della cistifellea, 29 comandi con le colelitiasi e 47 comandi della comunità. I casi ed i comandi hanno avuti simili caratteristiche eccezione fatta per il consumo di rojo di aji (la maggior percentuale dei pazienti di caso ha avuta consumo settimanale). AFB1-adducts sono stati individuati in 23 casi (64 per cento), 7 comandi con le colelitiasi (18 per cento) e 9 comandi della comunità (23 per cento). I livelli elevati di AFB1-adduct erano nei casi.

“Malgrado il piccolo numero dei partecipanti, le associazioni fra l'esposizione dell'aflatossina ed il cancro della cistifellea erano statisticamente significativo. La tendenziosità di richiamo può pregiudicare le variabili auto-riferite, ma non la misura dell'esposizione. Non possiamo eliminare la causa inversa (cioè, il cancro può pregiudicare la rilevazione di AFB1-adduct) facendo uso dei dati a sezione trasversale. I più grandi e sforzi longitudinali sono necessari confermare questi risultati preliminari, ottenere i preventivi più precisi di effetto ed identificare le sorgenti di aflatossina. Questi risultati, se confermati, possono avere implicazioni per prevenzione del cancro,„ gli autori scrivono.

Source:

The JAMA Network Journals