Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Orientamento pratico per assicurare sicurezza di utilizzo dei condimenti in e-sigarette

La prima guida pratica per assicurare la sicurezza di utilizzo dei condimenti in e-sigarette è stata pubblicata (tossicologia e farmacologia regolarici DOI: 10.1016/j.yrtph.2015.05.018).

le E-sigarette ed altri prodotti vaping contengono ad un liquido basato a nicotina che è vaporizzato ed inalato. Non c'è combustione in modo dall'utente inala il vapore, non fumo. Ciò significa che le e-sigarette consegnano il nicotina senza tossici del fumo. Tuttavia, alcuni nella comunità di salute pubblica ancora hanno espresso le preoccupazioni sopra gli impatti potenziali di salubrità dei condimenti utilizzati in e-sigarette.

Ecco perché l'istituto di standard britannici (BSI) sta sviluppando gli standard del prodotto affinchè le e-sigarette fornisca l'orientamento su fabbricazione, sulla prova e sui requisiti di sicurezza. “Queste linee guida, presentano “che cosa„ - che comprende la valutazione del rischio tossicologica dei sapori,„ dice il Dott. Sandra Costigan, “e la nostra guida spiega “come„.„ Costigan è tossicologo principale a Nicoventures, una società del nicotina istituita da British American Tobacco. È egualmente un membro del comitato di coordinamento del BSI per le e-sigarette.

I condimenti utilizzati tipicamente in e-sigarette sono commestibile, in modo da significa che sono state ingerite tradizionalmente piuttosto di quanto inalate. “Questo significa che i dati disponibili sono orali e ci sono grandi lacune di dati. La cassaforte da mangiare non è la stessa di cassaforte da inalare,„ dice Costigan. “Le lacune di dati devono essere colmate,„ dice. “Nel frattempo, che cosa sono i generi di fonti dei dati, di approcci e di spiegazione razionale scientifica che permetteranno che noi determiniamo se possiamo usare un sapore ed a che livello? Questa guida spiega come fare quello.„

Il primo punto è di assicurarsi che tutti i condimenti siano commestibile e di schermare fuori tutti gli agenti cancerogeni potenziali o allergeni respiratori. “In questa fase, in assenza dei dati che di inalazione facciamo l'uso molti di che cosa sono chiamati TTCS o soglie tossicologiche di preoccupazione,„ spiega Costigan. Il TTCS è usato dalle agenzie come il WHO e FDA ed essi contribuiscono basicamente a definire quanto di qualcosa può essere usato in assenza di altri dati della tossicità.

“Usiamo il TTCS per determinare quanto di tutto l'ingrediente particolare di sapore può essere usato. Il punto seguente è di valutare i composti prodotti come conseguenza del riscaldamento delle queste molecole di sapore, poichè è “il vapore„ (IE l'aerosol prodotto sul riscaldamento del e-liquido) quel consumatori è esposto a, non il e-liquido stesso. Qui stiamo occupando di nuovi composti e prodotti della scomposizione termici potenziali, piuttosto che gli ingredienti,„ ed in modo dal nostro approccio ai livelli accettabili sarà differente, 'dice Costigan.

“Nessuno dei progetti di norma e dei regolamenti ci dicono che come fare una tal valutazione del rischio e la letteratura scientifica finora ha messo a fuoco sui problemi, quale mancanza di dati di inalazione, piuttosto che le soluzioni,„ dice Costigan. “Nostre sono la prima guida ragionevole e pratica da contribuire realmente a condurre una tal valutazione del rischio sui sapori, in base ai principi tossicologici sani.„

Source:

R&D at British American Tobacco