Il nuovo studio trova l'utilizzazione crescente delle terapie di camma fra le donne della menopausa

L'uso di medicina complementare ed alternativa (CAM) sta aumentando per il trattamento dei sintomi della menopausa ma spesso senza l'orientamento di un clinico. Quello ha luogo secondo un oggi online riferito nuovo studio nella menopausa, il giornale della società nordamericana della menopausa (NAMS). Di conseguenza, gli autori suggeriscono che fornitori di cure mediche -- in particolare professionisti della medicina di famiglia -- debba essere più informato di varie terapie di camma e catturare un ruolo più attivo in pazienti guidanti con le loro opzioni a più sicuro e efficacemente coordinare la loro cura.

Il timore in corso dei rischi potenziali di terapia ormonale è citato mentre un motivo principale per l'utilizzazione crescente di camma fra le donne della menopausa (pre- compreso, peri e postmenopausale) negli ultimi decenni. La camma è un termine generale per le pratiche ed i prodotti di sanità connessi con la professione medica convenzionale. Alcuni dei gruppi più comunemente raggiunti del professionista di camma includono i terapisti, le naturopate/erboristi, i chiropratici/osteologi e gli agopuntori di massaggio. I supplementi auto-prescritti più popolari/attività di camma comprendono le vitamine/minerali, l'yoga/meditazione, le medicine di erbe, i petroli di aromaterapia e/o le medicine cinesi.

Sebbene ci sia dibattito ancora in corso all'interno dell'industria medica per quanto riguarda l'efficacia provata delle alternative di camma, il punto di questo studio era di confermare che la maggior parte dei adulti che cercano il trattamento per i loro sintomi approvvigionano i prodotti o i servizi di camma senza l'orientamento di un professionista di sanità. È stimato che 53 per cento delle donne della menopausa usino almeno un tipo di camma per la gestione di tali sintomi in relazione con la menopausa come le vampate di calore, notte suda, ansia, la depressione, giunzioni rigide o dolorose, dolore alla schiena, emicranie, stanchezza, scarico vaginale, urina colante e palpitazioni.

Ciò suscita inquietudini importanti della sicurezza, secondo gli autori, poiché gran parte dell'uso dei prodotti auto-prescritti di camma è fatto a meno di una visita medica. La più grande preoccupazione della sicurezza si riferisce alla grande percentuale delle donne della menopausa che usano tipicamente i prodotti di camma contemporaneamente a medicina convenzionale ma chi può essere ignaro delle interazioni possibili della erba-droga.

“C'è ancora molto da imparare nell'arena di camma e le donne devono capire che solo perché qualcosa sembri naturale necessariamente non significhi che sia senza rischio, particolarmente per le popolazioni sicure,„ dice Direttore medico Wulf Utian, M.D., Ph.D. di NAMS, D.Sc. “Nel frattempo, questo studio fa un buon processo di avvisamento dei clinici all'interesse crescente nelle alternative di camma e del ruolo critico dei fornitori di salubrità nell'aiuto istruisca i pazienti sui rischi potenziali e sui vantaggi di tutte le opzioni.„

L'articolo, “l'analisi longitudinale delle associazioni fra le consultazioni delle donne con i professionisti/uso della medicina complementare ed alternativa di medicina complementare ed alternativa auto-prescritta e dei sintomi in relazione con la menopausa, 2007-2010„ sarà pubblicata nell'edizione della stampa del gennaio 2016 di menopausa.

Source:

The North American Menopause Society (NAMS)