Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Progetto di ricerca di UE per studiare come le diseguaglianze sociali influenzano l'invecchiamento sano

I ricercatori in 10 paesi hanno cominciato un nuovo progetto importante che studiano il collegamento fra stato socioeconomico ed invecchiamento sano.

Il progetto Lifepath, facente partecipare 15 istituzioni in Europa, gli Stati Uniti e l'Australia, è stato supportato dalle sei milione euro concessioni dal programma dell'orizzonte 2020 dell'UE.

Molti studi precedenti hanno indicato che i risultati di salubrità nella vita più tarda sono influenzati forte da ricchezza e da status sociale. I fattori di rischio tradizionali quale la dieta e fumare rappresentano una frazione di questo collegamento. Altri fattori quali lo sforzo psicosociale e le influenze genetiche possono essere importanti, ma i meccanismi in questione non sono buono capiti.

Il consorzio della ricerca mira ad imparare più circa le vie biologiche dietro questo collegamento, con lo scopo finale di diminuzione dell'impatto di povertà su salubrità.

La parte del progetto studierà gli effetti possibili della recessione sui cambiamenti biologici relativi ad invecchiare nei gruppi della popolazione in Irlanda e nel Portogallo.

Il professor Paolo Vineis dal banco della salute pubblica all'istituto universitario imperiale Londra, che piombo il consorzio, ha detto:

Sappiamo che è possibile rimanere sano nella vecchiaia e questo è molto più probabile fra la gente con alto stato socioeconomico. Vogliamo capire meglio perché, in modo da possiamo rendere ad invecchiamento sano una realtà per ognuno, non appena le parti più ricche della società

Il programma di ricerca quadriennale studierà i collegamenti fra i fattori socioeconomici, quali formazione, reddito e risultati e risultati relativi all'età di salubrità, quali cancro, la malattia di cuore, i danni conoscitivi e la debolezza. Egualmente userà le tecniche molecolari per analizzare i campioni di sangue dagli studi di popolazione attuali per scoprire i cambiamenti biologici connessi con povertà.

I ricercatori egualmente valuteranno l'impatto di salubrità dei programmi sperimentali che danno i contanti alle famiglie con i redditi bassi per incentivare i comportamenti positivi come la cattura dei bambini al medico o conservazione loro a scuola.  Un tale programma, l'opportunità NYC, che ha funzionato dal 2007 al 2010, ha definito a caso alcune famiglie per ricevere le ricompense dei contanti ed ha confrontato i loro risultati alle famiglie che non ricevono i vantaggi.

Gli studi precedenti hanno suggerito che gli impatti negativi di povertà potessero essere mediati in parte dai livelli elevati di infiammazione nell'organismo. Steve Horvath al UCLA ha proposto che un tipo di metilazione chiamata modifica del DNA potesse fungere da orologio biologico che rivela l'età di una persona. I risultati preliminari dal consorzio di Lifepath indicano che la gente con stato socioeconomico più basso ha una più vecchia età biologica come indicato dai loro livelli di metilazione del DNA.

Il consorzio, che include gli scienziati, gli economisti e gli esperti in polizza, speranza di raccogliere prova per informare gli sforzi per diminuire diseguaglianza di salubrità.

Il professor Vineis ha detto:

Ci sono visualizzazioni in competizione di come affrontare questi problemi, per esempio, un certo investimento dell'avvocato della gente nell'educazione sanitaria, mentre altri pensano la moneta dovrebbe essere dato direttamente alla gente sui redditi bassi. Queste sono questioni aperte e speriamo che questo progetto contribuisca ad identificare i migliori approcci

Source:

Imperial College London