Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Gente con l'artrite reumatoide meno probabile trarre giovamento dal vaccino di epatite B

I risultati di uno studio presentato oggi alla Lega Europea Contro la Conferenza Stampa Annuale del Congresso di Reaumatismo (EULAR 2015) hanno indicato che la gente con l'artrite reumatoide (RA) è meno probabile essere protetta dalla vaccinazione di epatite B che la popolazione in genere. All'interno della prova soltanto 11% di quelli con la circostanza ha risposto al vaccino, rispetto a 83% di quelli senza RA, suggerendo che la gente con RA potesse ancora essere a rischio dell'infezione malgrado la vaccinazione.

“La maggior parte dei pazienti del RA esaminati come componente del nostro studio non era protetta dalla vaccinazione di epatite B,„ ha detto il ricercatore MishaTilanus, il Centro Universitario Medico Di Radboud, Nimega, Paesi Bassi di studio. “La Gente con RA ha un rischio aumentato di morbosità e di mortalità dalle infezioni e scoprire che l'immunizzazione non potrebbe confer la protezione è una preoccupazione reale. È cruciale che i pazienti ed i professionisti di sanità sono informati di questa mancanza di efficacia e fanno tutti che possano minimizzare il rischio.„

Il RA è una malattia sistematica cronica che pregiudica le giunture, i tessuti connettivi, il muscolo, i tendini ed il tessuto fibroso. La prevalenza di RA globalmente varia fra 0,3% e 1% ed è più comune in donne ed in paesi sviluppati. Il RA - e molti dei sui trattamenti - possono sopprimere il sistema immunitario, lasciante i pazienti a rischio di un'infezione potenzialmente interna.

L'Epatite B è un'infezione pericolosa del fegato causata dal virus dell'epatite B. 240 milione di persone stimato universalmente cronicamente sono infettati con epatite B, che uccide 780,000 persone ogni anno.

La Vaccinazione con HBVAXPRO-10 è stata eseguita secondo il regime standard (0, 1 e 6 mesi), con gli indicatori della risposta al vaccino (antigeni di epatite B, anti--HBsAG) determinata dopo 28 settimane. I pazienti del RA hanno avuti un elevato rischio per mancanza di risposta che i comandi, con un rapporto di probabilità di 44 (età e genere corregti). Non c'era differenza nella risposta fra usando dei pazienti anti--TNF, DMARBs o rituximab.

Sorgente: Lega Europea Contro Reaumatismo