Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La singola differenza nel codice genetico del HIV influenza la progressione della malattia

Nell'individuazione quello avanza la comprensione del virus dell'immunodeficienza umana (HIV), ricercatori dall'ospedale pediatrico Los Angeles ha scoperto che due posizioni dove una singola differenza nel codice genetico del HIV ha alterato il modo il virus hanno infettato la cella, quindi influenzante la progressione della malattia. I risultati di questo studio saranno pubblicati il 17 giugno in PLOS UNO.

Il HIV mira ai globuli bianchi specifici, chiamati cellule T di CD4+, che svolgono un ruolo importante nell'organizzazione della risposta immunitaria ai batteri ed ai virus. Usando due ricevitori differenti, CCR5 (R5) o CXCR4 (X4), HIV può entrare nelle cellule ospiti ed infettare gradualmente il sistema immunitario. Virtualmente tutte le infezioni HIV utilizzano il ricevitore R5 per entrare nella cella di CD4+, ma in circa 50 per cento dei pazienti, il virus passerà e comincerà ad utilizzare il ricevitore X4. Questa opzione solitamente è associata con il peggioramento della malattia nel paziente e rende le droghe di antiretroviral mirate a al ricevitore R5 inefficaci.

“In questo studio, abbiamo scoperto i nuovi modi che questo virus scaltro può sfuggire al controllo dei trattamenti anti-HIV,„ ha detto la tolleranza Aldrovandi, il MD, il cm, il capo della divisione delle malattie infettive all'ospedale pediatrico Los Angeles ed il ricercatore principale dello studio.

Fungendo da portiere, una busta virale media l'entrata del HIV nella cellula ospite. La busta stessa consiste di una parte della membrana cellulare e delle molecole ospite chiamate glicoproteine, specificamente gp120 e gp41, che sono generati dal codice genetico del HIV. Le tre unità di gp120 riposano sulla superficie delle cellule. Ogni molecola gp120 più ulteriormente è divisa in cinque regioni costanti, contrassegnate C1 con C5, in cinque regioni variabili, contrassegnate V1 con V5 e una struttura connettente chiamata una lamiera sottile gettante un ponte.

Gli studi precedenti hanno trovato che segnalare dalla regione V3 di gp120 è responsabile in primo luogo per la determinazione quale receptor-R5 o usi di X4-HIV infettare la cella di CD4+. Per segnare i meccanismi con esattezza per il ricevitore “passi„, ricercatori in buste virali strettamente connesse isolate questo studio che hanno avute sequenze identiche V3, ma ha segnalato i ricevitori differenti. Ulteriore test ha rivelato che l'uso del ricevitore X4 non solo è gestito dalla regione V3, ma che egualmente è influenzato dai leggeri cambiamenti genetici alla regione C2 ed alla lamiera sottile gettante un ponte della molecola gp120. Ciò è la prima volta queste due aree sono state collegate ad uso del ricevitore del HIV.

“È la nostra speranza che la scoperta dei meccanismi supplementari per l'opzione del HIV dal R5 al ricevitore X4 può permettere che gli scienziati ed a clinici predica meglio e potenzialmente contro, l'abilità del HIV a controllo del antiretroviral di fuga via questo meccanismo,„ ha detto Nicole Tobin, MD, ricercatore all'istituto di ricerca di Saban dell'ospedale pediatrico Los Angeles e co-author su questo documento.

Source:

Children's Hospital Los Angeles