Ricerca: Feti più vulnerabili ad alcuni agenti inquinanti che penetrano nel sistema feto-materno

Gli agenti inquinanti ambientali tossici sempre più sono conosciuti per causare una serie di problemi sanitari severi, in particolare sui feti, compreso infarto, abilità conoscitiva bassa, lo sviluppo in ritardo ed i disordini neurobehavioral.

Una nuova ricerca descritta in scienza e tecnologia ambientale pubblicata dalla società di prodotto chimico americano suggerisce che il feto sia più vulnerabile ad alcuni agenti inquinanti con determinati beni perché penetrano più ulteriormente nel sistema feto-materno. La ricerca ha trovato che le distribuzioni degli agenti inquinanti ed i meccanismi delle distribuzioni variano secondo le caratteristiche fisico-chimiche di ogni agente inquinante.

Piombo dal Dott. Yoon-Seok Chang, un professore del banco di scienza ambientale e di assistenza tecnica all'università di scienza e tecnologia (POSTECH), Corea di Pohang, il gruppo di ricerca ha analizzato una serie di agenti inquinanti e di metalli pesanti (POPs) organici persistenti nei campioni di sangue di cavo, di sangue materno, di urina materna e di placenta dai bambini neonati e dalle loro madri. Gli agenti inquinanti includono il mercurio, il piombo, il cadmio, le diossine (PCDD/Fs, PBDD/Fs), i composti del tipo di diossina (PCNs, PCBs) ed ignifugo bromurato (PBDEs).

Esaminando i livelli di concentrazione di tossine in ogni parte del sistema feto-materno, Chang ed i ricercatori hanno confermato che tutti gli agenti inquinanti nel sangue della madre sono trasportati al feto con il sangue di cavo e della placenta.

Malgrado il fatto che la maggior parte degli agenti inquinanti leggermente siano filtrati quando passi attraverso la barriera placentare, tutti i metalli pesanti sembri passare facilmente attraverso la barriera. Il cavo è appena commovente ed il mercurio accumula ancora di più nel sangue fetale che il sangue materno dovuto la sua affinità obbligatoria alle proteine fetali. PBDEs è individuato similmente più su nel sangue di cavo dovuto i sui meccanismi unici di distribuzione connessi forte con l'ormone tiroideo, dedotto dai ricercatori.

Lo studio egualmente ha portato molta attenzione meritata all'esposizione prenatale ai candidati di POP, di cui nessuno studio precedente considerato seriamente, come PCNs e PBDD/Fs è individuato per la prima volta nel sangue di cavo. La struttura del tipo di diossina di PBDD/Fs e di PCNs e lo scarico crescente nell'ambiente sono degni di interesse pubblico.

“Quando gli agenti inquinanti ambientali sono accumulati in una madre incinta, il feto egualmente direttamente è esposto a loro, significando gli effetti contrari della generazione dei metalli pesanti e di schiocchi l'ultima volta dopo la generazione,„ dice Chang, la guida di questo studio. Mentre pianificazione sulla ricerca di seguito per la comprensione più completa della distribuzione, l'interrelazione e gli effetti sulla salute di vari agenti inquinanti, Chang ha sottolineato gli sforzi per diminuire l'esposizione umana a e lo scarico degli agenti inquinanti ambientali.

Source:

Pohang University of Science & Technology (POSTECH)