Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

IMBRUVICA (ibrutinib) approvato in Europa per il trattamento del macroglobulinemia di Waldenstrom

Oggi AbbVie (NYSE: ABBV) annunciato la Commissione Europea (EC) ha rilasciato l'autorizzazione di vendita per IMBRUVICA® (ibrutinib) come la prima opzione del trattamento disponibile in tutti e 28 i stati membri dell'Unione Europea (EU) per il trattamento del macroglobulinemia di Waldenstrom (WM), un cancro di sangue raro e a crescita lenta, in pazienti adulti che hanno ricevuto almeno una terapia priore, o nella prima riga il trattamento per i pazienti inadatti per chemo-immunoterapia. LLC di Pharmacyclics, una società di AbbVie, approvazione ricevuta di FDA per IMBRUVICA, che è egualmente il primo e soltanto il trattamento approvato dalla FDA per WM negli Stati Uniti, nel gennaio 2015. L'approvazione di IMBRUVICA per curare i pazienti con WM avvia un pagamento a avanzamento lavori $20 milioni da Janssen.

IMBRUVICA insieme è sviluppato e commercializzato negli Stati Uniti da Pharmacyclics e Janssen Biotech, Inc. in Europa, l'internazionale il NV (Janssen) di Janssen-Cilag tiene l'autorizzazione di vendita e le sue filiali commercializza IMBRUVICA in EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) come pure il resto del mondo. IMBRUVICA già è approvato in Europa ai pazienti adulti dell'ossequio con linfoma ricaduto o refrattario delle cellule del mantello (MCL) ed i pazienti dell'adulto con la leucemia linfocitaria cronica (CLL) che hanno ricevuto almeno una terapia priore o nella prima riga uso in presenza di eliminazione 17p o nella mutazione TP53 in pazienti inadatti per chemo-immunoterapia.

“L'approvazione della Commissione Europea di IMBRUVICA come il primo e soltanto dell'agente approvato per i pazienti con il macroglobulinemia di Waldenstrom attraverso l'UE sottolinea il suo valore per i pazienti con i bisogni medici seri, senza indirizzo finora,„ ha detto Wulff-Erik von Borcke, Presidente di Pharmacyclics. “Siamo felici che IMBRUVICA ora sarà a disposizione per aiutare i pazienti in Europa che stanno vivendo con Waldenstrom.„

L'approvazione della CE è stata basata sui dati da uno studio multicentrato di fase II, che ha valutato una volta giornalmente l'efficacia e la tollerabilità di mg di IMBRUVICA 420 in 63 pazienti con WM che aveva ricevuto una mediana di due terapie priori (intervallo 1-9). I risultati aggiornati dallo studio sono stati pubblicati in New England Journal di medicina e IMBRUVICA indicato è stato associato con un tasso di risposta globale 91% (ORR; il punto finale primario) dopo che seguito mediano di 19 mesi (intervallo 0.5-29.7), come valutato dai ricercatori che usando i criteri adottati dal workshop internazionale del Macroglobulinemia di Waldenstrom. Undici pazienti (17%) hanno raggiunto una risposta secondaria (MR), 36 pazienti (57%) hanno raggiunto una risposta parziale (PR) e 10 pazienti (16%) hanno raggiunto PR molto buon. I tempi mediani affinchè i pazienti raggiungano le risposte almeno secondarie e parziali con il trattamento erano di quattro settimane e di otto settimane rispettivamente.

I punti finali secondari hanno compreso la sopravvivenza e (PFS) la sicurezza senza progressione. PFS stimati ed i tassi di sopravvivenza globali (OS) a 24 mesi erano 69% (ci di 95%, 53,2 - 80,5) e 95% (ci di 95%, 86,0 - 98,4), rispettivamente. Gli effetti collaterali negativi il più comunemente d'avvenimento nei pazienti di WM curati con IMBRUVICA (>20%) erano la neutropenia, la trompocitopenia, diarrea, eruzione, nausea, spasmi del muscolo e fatica. Sei per cento dei pazienti che ricevono IMBRUVICA nella prova di WM hanno interrotto il trattamento dovuto gli eventi avversi. In generale, IMBRUVICA ben-è stato tollerato ed il profilo di sicurezza era coerente con le osservazioni precedenti.

Source:

AbbVie