I ricercatori di UAB trovano l'obiettivo terapeutico per il trattamento delle lesioni acute del midollo spinale

I ricercatori di UAB hanno identificato un obiettivo terapeutico per il trattamento delle lesioni acute del midollo spinale. Secondo questa ricerca, condotta sui mouse, l'amministrazione di una droga che impedisce la perdita di mielina - la guaina isolante intorno alle fibre nervose che permette che i segnali siano trasmessi - aumenti la mobilità dei mouse dopo una lesione. La pubblicazione sta pubblicanda oggi in Giornale della Neuroscienza.

Le lesioni del midollo spinale causano i deficit funzionali seri, compreso paraplegia o il tetraplegia, secondo il disgaggio della lesione. Ciò è dovuto degenerazione delle vie spinali che portano i segnali del nervo dal cervello alle varie parti del corpo e vice versa, piombo alla perdita di mobilità e di sensibilità sotto la lesione.

Un gruppo internazionale degli scienziati coordinati dalle Valli di Rubèn López, del Dipartimento di Biologia Cellulare, la Fisiologia e l'Immunologia del UAB, l'Istituto di UAB della Neuroscienza ed il Centro per la Ricerca Biomedica Di Reti nelle Malattie di Neurodegenerative (CIBERNED), ha scoperto che l'acido lysophosphatidic svolge un ruolo principale nei trattamenti degeneranti nelle lesioni del midollo spinale. L'acido di Lysophosphatidic è un lipido che funge da molecola di segnalazione fra le celle differenti nell'organismo, così gestente molte funzioni biologiche. I ricercatori hanno osservato elettricamente che, seguendo una lesione del midollo spinale, i livelli di questo lipido aumentano significativamente nel tessuto nervoso e c'è una perdita di mielina, il materiale isolante che circonda le fibre nervose ed è necessari per la trasmissione del nervo segnala.

Gli scienziati egualmente hanno identificato il ricevitore biologico, conosciuto come LPA1, con cui questo lipido moltiplica gli effetti nocivi di una lesione del midollo spinale. Negli esperimenti con i mouse, l'uso di una droga che impedisce l'interazione di acido lysophosphatidic con LPA1 piombo ad una riduzione drastica della perdita della mielina ed alla prestazione locomotrice dei mouse migliore dopo la lesione del midollo spinale. A Seguito della lesione del midollo spinale, i mouse video la soltanto locomozione occasionale e non coordinata, ma 87% di quelle trattati con la locomozione normale e coordinata video droga. Inoltre, soltanto 10% dei mouse non trattati potrebbe funzionare a 20 il cm. /s e nessuno a 25 il cm. /s mentre, sull'applicazione della droga, 50% potrebbe funzionare a 20 il cm. /s, 40% a 25 il cm. /s e a 30% a 30 il cm. /s.

Questo lavoro significa la scoperta di nuovo obiettivo terapeutico per il trattamento delle lesioni acute del midollo spinale, che attualmente non hanno trattamento clinicamente efficace.

Nelle parole del ricercatore Rubén López di UAB, “questa scoperta potrebbe anche aprire la porta ai trattamenti per altre malattie neurodegenerative in cui la perdita della mielina svolge un ruolo principale, quale la sclerosi a placche.„

Sorgente: UAB

Advertisement