Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I chirurghi descrivono i risultati positivi nei malati di cancro del rene curati con thrombectomy robot IVC

I chirurghi descrivono i risultati positivi nel giornale di Urology®

L'ambulatorio è richiesto quando il cancro del rene causa un embolo del Livello III, o grumo, per svilupparsi nel filone principale che piombo di nuovo al cuore. Tradizionalmente questa procedura complicata, thrombectomy della vena cava (IVC) inferiore, è eseguita facendo uso di grande incisione aperta, soprattutto perché il filone è spesso difficile da raggiungere. In un articolo pubblicato nel giornale di Urology®, un gruppo dei chirurghi descrive i primi casi in cui questa procedura è stata eseguita con successo robot, per mezzo di soltanto sette piccole incisioni e di quattro robot.

“Il thrombectomy del tumore IVC del Livello III per cancro renale è uno degli ambulatori oncologici urologici aperti più provocatori,„ Inderbir spiegato S. Gill, MD, dell'istituto di USC dell'urologia, parte della medicina di Keck di USC in Los Angeles, CA “mentre l'embolo del tumore IVC si presenta in soltanto 4-10% di tutti i pazienti con il cancro altrimenti organo-limitato del rene, chirurgia è la sola maturazione. La capacità di fare questa procedura complicata in un modo come minimo dilagante rappresenta un avanzamento importante.„

Gli autori riferiscono su nove pazienti con cancro renale e sugli emboli del Livello III trattati con thrombectomy robot IVC. Dopo che circa sette mesi di seguito, tutti sono sopravvissuto a ed otto non mostrano prova della malattia. Un paziente ha avuto un tumore spinale e da allora ha subito ulteriore ambulatorio.

Questo rapporto egualmente dettaglia sette ambulatori robot supplementari sui pazienti con i più piccoli emboli (II) livellato e confronta le dimensioni di tumore, i tempi della sala operatoria, le perdite di sangue, la lunghezza di degenze in ospedale ed altri dettagli per i casi del Livello III e del Livello II.

Poiché l'ambulatorio comprende la rimozione dell'embolo come pure la rimozione del rene malato, il chirurgo deve eliminare il grumo in primo luogo per impedirlo l'interruzione e causare dell'embolia potenzialmente interna. Ciò richiede molti vasi sanguigni di essere premuta secondo le indicazioni del diagramma. Questo diagramma egualmente indica le dimensioni dei Livelli I, II ed III emboli e le dimensioni relative delle ostruzioni.

“Tutte le manovre chirurgiche necessarie potrebbero essere eseguite completamente robot senza conversione o mortalità aperta. Questa dimostrazione della prestazione robot efficiente delle procedure vascolari, oncologiche e ricostruttive provocatorie inerenti qui apre la porta per gli ambulatori robot renali, caval ed epatici importanti in futuro. Sebbene la nostra esperienza sia eppure iniziale, crediamo che l'ambulatorio robot dell'embolo IVC abbia considerevole potenziale per il futuro,„ il Dott. commentato Gill ed il gruppo.

Source:

USC Institute of Urology