Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'uso psicotropico del farmaco diffuso fra gli adulti più anziani, nuovo studio trova

Gli Americani più anziani ricevono più di due volte le prescrizioni per i farmaci alla tariffa che i più giovani adulti fanno, ritrovamenti di salute mentale nuovi di uno studio.

Ma sono molto meno probabili ottenere la loro sanità mentale da uno psichiatra, i risultati egualmente mostrano.

Quel solleva le questioni circa se potrebbero essere a rischio dei problemi causati da una collisione dei farmaci multipli - e circa se medici di pronto intervento possono avere bisogno di più supporto di occuparsi della gente più anziana con la depressione, l'ansia ed altre circostanze.

I nuovi risultati, pubblicati nel giornale della società americana di geriatria da un gruppo dalla facoltà di medicina dell'università del Michigan e dal sistema sanitario di VA Ann Arbor, prossimo dal primo studio per paragonare trattamento globale di salute mentale del paziente esterno in adulti sopra l'età 65 a quello dei pazienti fra le età di 18 e di 64.

Gli autori hanno sondato i dati nazionalmente rappresentativi di visita di paziente esterno, combinati con i dati censuali degli Stati Uniti, per fornire le tariffe dei tipi differenti di cure.

La preoccupazione delle decadi precedenti - gli anziani della quell'America non stavano ricevendo l'attenzione per le emissioni di salute mentale - può ora avere bisogno di di spostarsi, dice Donovan Maust, M.D., M.S., lo psichiatra geriatrico che piombo l'analisi.

“I nostri risultati suggeriscono che l'uso psicotropico del farmaco sia diffuso fra gli adulti più anziani nella cura di paziente esterno, ad una tariffa ben più alta che fra i più giovani pazienti,„ dice. “In molti casi, particolarmente per la depressione e l'ansia più delicate, il trattamento più sicuro per gli adulti più anziani che già stanno catturando farmaci multipli per altre circostanze potrebbe essere più orientato a terapia, ma molto pochi adulti più anziani ricevono questo ordinamento di cura.„

L'emissione di uso del farmaco sta interessando specialmente per gli adulti più anziani, perché il bilanciamento vantaggio/di rischio può spostarsi mentre diventano più probabili per avvertire gli effetti secondari o altri eventi avversi.

Per esempio, la benzodiazepina di anti-ansia droga quale valium, Xanax, Klonopin e Ativan (e le loro controparti generiche) possono essere relativamente sicuri per i più giovani adulti, ma portano un elevato rischio degli incidenti stradali, delle cadute, delle fratture e del peggioramento dell'abilità o della memoria di pensiero per i pazienti più anziani.

Gli antideprimente possono interagire con i diluenti e gli antidolorifici di sangue e possono sollevare la pressione sanguigna, che sono più probabili essere problemi per gli adulti più anziani, che sono generalmente su più farmaci che le loro più giovani controparti.

“Dobbiamo pagare l'attenzione speciale al polypharmacy, o le droghe multiple catturate immediatamente quando prescrivono i medicinali psicotropici in questa popolazione, perché tanti adulti più anziani sono già sui farmaci multipli,„ dice Maust, un assistente universitario nel dipartimento di U-M della psichiatria.

Lui ed i suoi colleghi hanno cominciato con informazioni oltre da 100.000 visite di paziente esterno ai medici del paziente esterno fra 2007 e 2010 raccolti dall'indagine ambulatoria nazionale di assistenza medica, un'indagine nazionale amministrata dal centro nazionale per statistica della sanità del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Hanno esaminato quattro tipi di visite: quelli dove i pazienti hanno ricevuto una diagnosi di salute mentale; ha veduto uno psichiatra; psicoterapia ricevuta; e/o ricevuto una prescrizione o un rinnovo di un farmaco psicotropico (antideprimente compresi, ansia-calmanti droga gli ansiolitici, gli stabilizzatori dell'umore, gli antipsicotici, o le droghe chiamati dello stimolante).

Hanno convertito i loro risultati in tariffa basata sulla popolazione di visita, che le guide considerano il numero delle visite dal gruppo ammissibile di pazienti esterni potenziali nella comunità.

In questa luce, per esempio, le visite relative all'antideprimente ed all'uso della droga di anti-ansia fra gli adulti più anziani (63 e 62 visite per 100 persone all'anno, rispettivamente) si sono presentate alle tariffe quasi doppie di tali visite dai più giovani adulti (36 e 29 visite all'anno per 100 persone, rispettivamente). Al contrario, gli adulti più anziani vedono gli psichiatri circa alla metà della tariffa di più giovani adulti (6,3 contro 12 visite all'anno per 100 persone).

“Mentre è ancora vero che abbiamo pazienti che non stanno ottenendo trattati per la salute mentale interessa, questi dati suggeriscono che egualmente dobbiamo essere consci della possibilità del overtreatment, data particolarmente il bilanciamento cambiante del rischio e vantaggio mentre i pazienti invecchiano,„ dice Maust. “Gli sforzi di collaborazione di cura nel pronto intervento che cercano di creare la struttura e contributo a questi pazienti, con il risarcimento appropriato per questo tipo di servizio, potrebbero essere il tasto.„

Source:

University of Michigan Health System