Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vaccino che contiene le nanoparticelle del tipo di virus ha potuto essere opzione novella del trattamento per RSV

Un vaccino che contengono le nanoparticelle del tipo di virus, o le particelle microscopiche e geneticamente costruite, è un efficace trattamento per il virus respiratorio sinciziale (RSV), secondo i ricercatori alla Georgia State University.

I risultati, pubblicati il 14 luglio nel giornale internazionale di Nanomedicine, suggeriscono che questo vaccino induca la protezione a lungo termine contro RSV e potrebbe servire da opzione novella del trattamento per questa malattia. Non c'è corrente vaccino autorizzato di RSV.

“I vaccini costruiti recombinanti di nanoparticella potrebbero essere sviluppati per impedire gli agenti patogeni respiratori altamente contagiosi quale RSV, come riportato in questo studio,„ ha detto il Dott. Cantare-MOO Kang, un professore nell'istituto per le scienze biomediche allo stato della Georgia.

Il virus respiratorio sinciziale (RSV) è un virus respiratorio che infetta i polmoni ed i passaggi respiranti. RSV può causare i problemi gravi in infanti ed in adulti più anziani ed è la causa principale della bronchiolite, dell'infiammazione di piccole gallerie di ventilazione nei polmoni e della polmonite in bambini più giovani del bambino di 1 anno negli Stati Uniti. RSV è riconosciuto come causa significativa della malattia respiratoria in adulti più anziani, secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Nello studio, i mouse sono stati vaccinati con 1) FG VLPs o le nanoparticelle del tipo di virus che esprimono la fusione di RSV (F) e glicoproteine del collegamento (G) o 2) FI-RSV o formalina-ha inattivato RSV, che ha venuto a mancare le prove vaccino cliniche negli anni 60 perché ha causato la malattia respiratoria vaccino-migliorata severa. I mouse sono stati infettati con l'agente patogeno in tensione di RSV un anno più successivamente dopo la vaccinazione.

I mouse vaccinati con FG VLPs non hanno mostrato segno ovvio della malattia polmonare severa negli esami del tessuto sopra l'infezione di RSV e significativamente i livelli più bassi degli eosinofilo, nell'infiltrazione a cellula T ed in citochine infiammatorie, ma nei livelli elevati degli anticorpi e della citochina antivirale dell'interferone-γ, che sono correlati con la protezione contro la malattia di RSV.

Alcuni mouse sono stati trattati con i liposomi del clodronate, che inducono la morte delle cellule e vuotano i macrofagi del tessuto, in modo dai ricercatori potrebbero capire il ruolo dei macrofagi alveolari (AMs) nell'induzione della protezione a lungo termine. L'AMS, la prima riga della difesa di celle immuni innate nelle vie respiratorie, può eliminare gli antigeni non Xeros e regolamentare le risposte infiammatorie, ma il loro ruolo nella protezione e nella malattia di RSV è stato sconosciuto.

I mouse immuni vaccino recombinanti di RSV FG VLP trattati con i liposomi del clodronate hanno mostrato gli aumenti in citochine, in chemokines ed in eosinofilo infiammatori. Al contrario, i mouse immuni di FI-RSV con il trattamento del liposoma del clodronate hanno dimostrato gli incrementi di eosinofilo, delle celle dentritiche del plasmacytoid, dell'infiltrazione a cellula T interleukin-4, di citochine proinflammatory, di chemokines e della produzione del muco sopra l'infezione di RSV. I mouse immuni di FI-RSV hanno mostrato la malattia polmonare severa negli esami del tessuto.

Lo studio suggerisce che la vaccinazione del tipo di virus recombinante di nanoparticella di RSV FG induca la protezione a lungo termine contro RSV senza causare la malattia vaccino-migliorata di RSV giustamente gestendo i granulociti, le citochine e le cellule T.

Egualmente propone quel gioco alveolare dei macrofagi un ruolo importante nella protezione di RSV ed immunità innata ed adattabile gestendo gli eosinofilo, la produzione del muco, le citochine infiammatorie e l'infiltrazione a cellula T.

Source:

Georgia State University