Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Trattamento di fertilità infruttuoso non collegato con il rischio aumentato di depressione clinicamente diagnosticata in donne

Un'analisi dei dati su più di 41.000 donne danesi che hanno ricevuto il trattamento di fertilità riproduttivo assistito indica che il trattamento infruttuoso non è collegato con un rischio aumentato di depressione clinicamente diagnosticata rispetto al riuscito trattamento.

L'analisi egualmente ha trovato che stare bene ad una madre è un grilletto importante della depressione clinicamente diagnosticata dopo che il parto fra le donne che concepiscono dopo il trattamento di fertilità, anche se il bambino è atteso da tempo. Lo sforzo di avere un nuovo bambino sembra così importare di più in termini di sviluppare la depressione clinica che subendo il trattamento della sterilità.

“Questi risultati considerano i casi più severi delle diagnosi della depressione come le donne tutte sono diagnosticate e curate in una regolazione dell'ospedale,„ hanno detto Camilla Sejbaek, autore principale dello studio di acta Obstetricia et di Gynecologica Scandinavica. “È importante ricordarsi che il trattamento di fertilità sta sforzando; tuttavia, i nostri risultati hanno indicato che le donne che subiscono il trattamento di fertilità riproduttivo assistito sono a rischio della depressione severa clinicamente diagnosticata dopo una nascita del bambino.„

Source:

Wiley