Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il documento scientifico di consenso evidenzia le indennità-malattia dell'esposizione UV e della vitamina D

Il giornale dell'istituto universitario americano di nutrizione è soddisfatto per offrire Access aperto ad un documento, ad una luce solare e ad una vitamina D scientifici di consenso: Necessario per la salute pubblica, creato dagli scienziati dall'università di California, da San Diego, dall'università di Creighton, dal centro medico di Boston University e dall'università di Carolina del Sud medica, con altri contributori di ricerca. Il documento presenta le informazioni per illustrare che l'esposizione UV non solo fornisce i vantaggi di produzione di vitamina D, ma anche molte indennità-malattia supplementari relative alla vitamina D. La cultura corrente dell'evitare del sole negli Stati Uniti porta con sia i rischi sanitari che il danno quantificabile.

Il consenso è stato sviluppato da GrassrootsHealth, un organismo di ricerca senza scopo di lucro di salute pubblica e piombo dal Dott. Cedric Garland, professore della famiglia e della medicina preventiva all'università di California, San Diego ed il Dott. Robert P. Heaney, professore di medicina e emeritus di professore universitario di John A. Creighton dell'università di Creighton.

“Gli esseri umani si sono adattati all'esposizione del sole sopra molte migliaia di anni e derivano i numerosi vantaggi fisiologici dall'esposizione UV oltre alla vitamina D,„ ha detto Carole Baggerly, direttore esecutivo di GrassrootsHealth e co-author del documento. “Questi vantaggi lontano superano quelli in peso derivati dall'assunzione di vitamina D dai supplementi e quindi l'evitare del sole che è raccomandato dal chirurgo generale e da altri degli Stati Uniti sta mettendo inutilmente gli Americani al rischio.„ Il documento conclude che l'esposizione UV del moderato è un modo naturale migliorare le sanità. Infatti, i pazienti che soffrono dalla tubercolosi cutanea ed altre circostanze stanno per trarre giovamento immediatamente dall'uso di heliotherapy nei loro trattamenti. Ciò è coerente con i risultati di un'indagine rilasciata questa settimana da GrassrootsHealth, che può essere raggiunto a www.grassrootshealth.net, in quale 99% dei dermatologi esaminati credi che l'esposizione UV sia un modulo possibile del trattamento per i termini di interfaccia non letali come la psoriasi.

“Invitiamo l'ufficio del chirurgo generale degli Stati Uniti ed altre entità di salute pubblica per fare il lavoro stato necessario per raccomandare i livelli di esposizione UV che sono sia utili che sicuri e che favoriscono le informazioni scientifico-ricercate sopra le norme culturali correnti,„ Baggerly ha aggiunto. Il documento nota che ulteriore studio è necessario capire meglio le indennità-malattia supplementari di luce UV oltre la vitamina D, compreso quelle relative alla versione di ossido di azoto, alla produzione di beta-endorfina ed al regolamento dei ritmi circadiani - componenti importanti tutta la vita di salubrità e di benessere.