Il recupero delle uova nella fase precedente del trattamento di fertilità può migliorare le tariffe di gravidanza per le donne più anziane

Gli indici di successo di IVF per le donne invecchiate 43 e sopra hanno potuto migliorare recuperando le uova dalle loro ovaie in una fase precedente del trattamento di fertilità, secondo un nuovo studio pubblicato oggi nel giornale dell'endocrinologia.

I ricercatori basati negli Stati Uniti hanno trovato che la funzione delle celle che curano e supportano lo sviluppo delle uova diminuiscono rapido dopo 43, inducente l'uovo ad essere bombardato dagli ormoni che normalmente sono rilasciati soltanto dopo ovulazione. Recuperando le uova dai più piccoli follicoli in una fase precedente nel trattamento di IVF è stato trovato per minimizzare questo rischio, con conseguente numero più di alta qualità degli embrioni e di migliori tariffe di gravidanza cliniche.

Lo studio fa luce su perché le probabilità di concepimento con il declino di IVF con l'età, con gli studi recenti che mostrano la caduta di indici di successo da 23,6% nelle donne hanno invecchiato 38-39 ad appena 1,3% per quelli 44 invecchiati e più.

In questo studio, i ricercatori dal centro per la riproduzione umana in New York precisano per studiare perché gli indici di successo cadono marcato per le donne nel loro inizio degli anni 40. Hanno confrontato il tessuto riproduttivo di giovani donatori dell'uovo (21-29 anni), dei donatori di mezza età (30-37) e dei pazienti infertili più anziani (43-47).

Hanno trovato che le celle di granulosa, che avvolgono e supportano le uova dentro l'ovaia per aiutarle per svilupparsi, erano significativamente meno probabili svilupparsi e moltiplicarsi in donne più anziane confrontate agli altri due gruppi. Ciò era perché le celle del granulosa delle donne più anziane hanno prodotto meno recettori cellulari per l'ormone follicolostimolante (FSH) e più recettori cellulari per l'ormone ed (LH) il progesterone luteinising.

Questi cambiamenti alla sensibilità dell'ormone indicano che le celle di granulosa delle donne più anziane sono al rischio molto maggior di avviamento del luteinisation prematuramente - fermando le ovaie dalla maturazione delle più uova e dal preparare l'utero per la gravidanza. Questo fenomeno si presenta solitamente soltanto dopo ovulazione, dove i livelli aumentanti di LH inducono i livelli di FSH a cadere ed i livelli del progesterone ad aumentare, tuttavia, se avviato prima che l'uovo anche abbia lasciato l'ovaia, questa “falsa partenza„ significativamente diminuisce la probabilità di caduta incinta, sebbene perché questo accade esattamente sia capito male.

In IVF convenzionale, medici aspettano finché i follicoli dell'uovo raggiungono una determinata dimensione prima dell'iniezione dei pazienti con la gonadotropina corionica umana dell'ormone (hCG), che “matura„ l'uovo pronto per raccogliere. Nei ricercatori di questo studio ha provato ad amministrare il hCG più presto usuale, quando la dimensione del follicolo era 16mm invece del 19-21mm usuale ma meno probabilmente essere influenzato dal luteinisation prematuro.

Hanno trovato che mentre le uova sono state raccolte erano più acerbo, essi hanno continuato a produrre un più alto numero degli embrioni di buona qualità e gli indici di successo di IVF erano più alto confrontati alle donne che subiscono il trattamento regolare.

“Abbiamo usato per pensare che le uova invecchianti fossero responsabili degli indici di successo difficili di IVF in donne più anziane, ma qui indichiamo che è più dovuto l'invecchiamento dell'ambiente dell'uovo„, abbiamo detto il Dott. Yanguang Wu, Embyrologist e scienziato del socio al centro per medicina riproduttiva. “Le probabilità di inversione del danneggiamento di un uovo sono praticamente zero ed in modo da questi risultati sono emozionanti perché è molto più promettente mirare dal punto di vista terapeutico all'ambiente supportante dell'uovo„, lui sono continuato.

“Mentre i più grandi studi con più pazienti sono necessari confermare i nostri risultati, abbiamo una nuova comprensione in invecchiamento ovarico e speriamo che questo contribuisca a produrre le nuove strategie per il miglioramento dei risultati di gravidanza in donne più anziane„.

Source:

Society for Endocrinology