Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Ricercatori rivelano come le cellule tumorali di migrazione producono la proteina che contribuisce ad installare a casa in ossa

Le cellule tumorali di Migrazione producono una proteina che le aiuta per installare a casa in ossa, poichè l'Università di ricercatori di Friburgo mostra

Le Cellule tumorali che migrano all'osso acquistano un tratto unico: Cominciano esprimere la catepsina K. Researchers della proteina dall'Università di Friburgo ed il Centro di BIOSS per gli Studi di Segnalazione Biologici ora ha risolto perché per le celle di migrazione è importante produrre questa proteina. Prof. il Dott. Prasad Shastri ed il farmacista Jon Christensen del chimico del Polimero ha scoperto che la catepsina K attiva un'altra proteina, che aiuta le cellule tumorali ad alterare il loro microenvironment in modo che potessero svilupparsi nei tumori. I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati in un documento nelle Note della Ricerca del giornale BMC di accesso aperto.

Se un tumore sviluppa le metastasi, le probabilità della sopravvivenza del paziente saranno diminuite severamente. Le Cellule tumorali che lasciano il tumore primario, il viaggio attraverso l'organismo e la casa di impostazione negli organi distali quale l'inizio delle ossa e dei polmoni esprimere catepsina K. Cathepsin K soprattutto è trovata soltanto nell'osso ed è secernuta dagli osteoclasti. Tessuto dell'osso del resorb di Queste cellule per mantenere, riparare e ricostruire l'osso. Perché per le cellule tumorali di migrazione è importante produrre la catepsina K è rimanere un mistero, tuttavia.

Shastri e Christensen hanno scoperto che la produzione di catepsina K migrando le cellule tumorali potrebbe promuovere la loro capacità di sopravvivere a nell'ambiente dell'osso. Nelle colture cellulari, la catepsina K ha attivato matrixmetalloprotease-9 (MMP-9), uno dei regolatori chiave dello sviluppo del tumore. MMP-9 può digerire la matrice dell'osso quindi che permette che le cellule tumorali arrivanti si adattino e sopravvivano a nel loro nuovo ambiente. Inoltre, MMP-9 attiva determinati fattori che promuovono la nuova formazione del vaso sanguigno, che è necessaria per portare l'alimentazione alle cellule tumorali. Di Conseguenza, quando le cellule tumorali arrivano nell'osso, hanno molti strumenti per alterare il loro microenvironment e da svilupparsi nei tumori. “Più Ulteriormente gli studi, tuttavia, sono necessari per vedere come questa interazione fra catepsina K e MMP-9 realmente gioca fuori in vivo e come promuove l'aggressività e la metastasi del tumore,„ hanno detto Shastri. “Tuttavia, questo paradigma novello della rete della proteasi ha potuto essere esplorato come obiettivo terapeutico in futuro.„

Prasad Shastri è il Direttore dell'Istituto del membro Macromolecolare di memoria e di Chimica del cluster del Centro di eccellenza BIOSS per gli Studi di Segnalazione Biologici dell'Università di Friburgo. Jon Christensen è un dottorando al Centro di BIOSS per gli Studi di Segnalazione Biologici e ad un membro del gruppo di ricerca di Shastri all'Istituto di Chimica Macromolecolare.

Sorgente: Università di Friburgo