La droga di Finerenone migliora l'albuminuria fra i pazienti con il diabete e la malattia renale

Fra i pazienti con il diabete e la malattia renale, la maggior parte della ricezione di un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina o dello stampo del ricevitore dell'angiotensina, l'aggiunta del finerenone del farmaco rispetto a placebo ha provocato il miglioramento nell'albuminuria (la presenza di eccessiva proteina [principalmente albumina] nell'urina), secondo uno studio nell'emissione del 1° settembre del JAMA.

Il Diabete mellito è la maggior parte della causa comune della malattia renale di stadio finale nel mondo sviluppato. Le Prove dei pazienti con la nefropatia diabetica (malattia renale da diabete di lunga durata) hanno indicato una forte relazione fra grandezza di riduzione di albuminuria ed il rallentamento della progressione cronica (CKD) della malattia renale come pure hanno diminuito le tariffe cardiovascolari di evento. C'è una necessità insoddisfatta di gestire sicuro l'albuminuria senza avversamente pregiudicare i livelli del potassio in pazienti con il diabete di tipo 2 mellito chi hanno una diagnosi clinica della malattia diabetica di kid¬ney, secondo informazioni nell'articolo.

George L. Bakris, M.D., della Medicina dell'Università di Chicago e colleghi ha definito a caso 823 pazienti (droga di studio ricevuta 821) con il diabete e l'albuminuria elevata che stavano ricevendo uno stampo del ricevitore dell'inibitore o dell'angiotensina dell'enzima di conversione dell'angiotensina alle dosi varianti del finerenone o del placebo della droga. Nella ricerca precedente, il finerenone ha diminuito l'albuminuria in pazienti con la malattia renale cronica e infarto, con un'incidenza più bassa dell'ipercaliemia (livelli più superiore normali di potassio nel sangue) confrontata ad un altro farmaco. Gli studi correnti sono stati intrapresi a 148 siti in 23 paesi.

All'entrata di studio, 37 per cento dei pazienti curati hanno avuti albuminuria molto alta. I ricercatori hanno trovato che il finerenone ha diminuito l'albuminuria al giorno 90 in un modo dipendente dalla dose, con una riduzione significativa dell'albuminuria (rapporto urinario della albumina-creatinina) che varia da 21 per cento a 38 per cento nei gruppi di dosaggio di finerenone di 7,5 - 20 mg/d rispetto a placebo.

Il risultato dell'ipercaliemia che piombo alla sospensione non è stato osservato nel placebo e nel finerenone 10 gruppi di mg/d; la sospensione nei 20 gruppi di mg/d di finerenone 7,5-, 15- ed era 2,1 per cento, 3,2 per cento e 1,7 per cento, rispettivamente. Non c'erano differenze nell'incidenza di una diminuzione glomerulare stimata di grado di filtrazione (una misura della funzione del rene) di 30 per cento o più o nelle incidenze degli eventi avversi e degli eventi avversi seri fra il placebo ed i gruppi di finerenone.

“Ulteriori prove sono necessarie paragonare il finerenone ad altri farmaci attivi,„ gli autori scrivono.

Sorgente: Le Pubblicazioni della Rete di JAMA