Una prospettiva unica su salubrità e sull'esercizio

Per oltre 30 anni, Terrie Williams sta studiando la fisiologia dinamica in animali selvatici: Leoni africani e cani selvaggi, delfini e balene, coyote e leoni di montagna come pure alcuni atleti umani. Ha messo i leoni di montagna sulle pedane mobili ed attaccato i cardiofrequenzimetri sui surfisti di grande Wave ai dissidenti.

Questi studi hanno dato Williams, un professore dell'ecologia e della biologia evolutiva al UC Santa Cruz, una prospettiva unica sull'esercizio e sulla salubrità, che presenta in un articolo nominato “il cuore sano: Le lezioni dagli atleti di elite della natura,„ hanno pubblicato nell'emissione di settembre della fisiologia del giornale.

Naturalmente, già conoscete la riga inferiore: La maggior parte della gente dovrebbe ottenere più esercizio. Qui sono “sei risultati stupefacenti del cuore„ da contemplare durante il vostro allenamento seguente:

  • Uno dei livelli elevati prolungati di cuore-rate registrati mai era per un surfista professionista di grande Wave che guida i rigonfiamenti enormi ai dissidenti: più di 180 battiti per minuto per tre ore, con i picchi di 200 battiti per minuto durante i giri.
  • I cani ed i caponi sono gli opposti in termini di frequenza cardiaca aerobica di massimo e della capacità e gli esseri umani sono più simile ai cani, adattati per l'esercizio di resistenza (che insegue giù la preda), mentre i caponi sono costruiti per i burst di scarsità della velocità utilizzati nella caccia di gambo-e-balzo repentino. Questa differenza è riflessa alla nella massa dal corpo intero relativa di dimensione del cuore (più grandi cuori in cani ed in esseri umani, più piccoli cuori in caponi).
  • I cuori dei guide maratona sono 10 - 33 per cento più grandi di quelli della gente più sedentaria.
  • La malattia di cuore è eccessivamente rara in animali selvatici, ma è la causa della morte principale in esseri umani universalmente. Ci sono molte spiegazioni plausibili per questa, ma un fattore sta fuori sopra tutti gli altri: la differenza nei livelli di radioattività quotidiani. “Non chiediamo appena ai nostri cuori per fare molto su base giornaliera,„ Williams ha detto.
  • La risposta mammifera di tuffo, avviata automaticamente da acqua fredda che contatta la fronte di taglio, comprende un rallentamento immediato della frequenza cardiaca e la riduzione dei vasi sanguigni periferici per massimizzare il sangue e l'ossigeno nella memoria. La risposta mammifera di esercizio ha l'effetto opposto, la frequenza cardiaca aumentante ed il metabolismo. Quindi, i cetacei che inseguono la preda in profondità devono saldare le domande cardiovascolari avversarie e Williams ha trovato che possono avvertire le aritmia cardiache durante i tuffi.
  • La frequenza cardiaca può essere gestita coscientemente e non appena meditando i yogis. Un leone marino della California è stato preparato per abbassare la sua frequenza cardiaca sul comando mentre si sedeva dall'acqua.

Per Williams, il motivo principale studiare la fisiologia dinamica in animali è di capire meglio quanta energia devono spendere per vivere nei loro ambienti e come potrebbero essere influenzati dai cambiamenti e dalle attività umane ambientali.

Williams è egualmente un atleta lei stessa ed ha fatto concorrenza in una serie di triathlon, in modo da è stata interessata sempre a cui gli esseri umani possono imparare dagli atleti di elite della natura. “La grande differenza fra gli animali selvatici e gli esseri umani proviene che là fuori stanno esercitando per ore e ore per volta, a partire dal giorno che nascono al giorno muoiono,„ ha detto. “Il mio proprio livello di radioattività è relativo abbastanza patetico anche un leone e non sono gli animali più attivi. Catturo molto da queste lezioni dagli animali in termini di cui e che generi di esercizio provo a fare. Mescolandolo su con entrambi gli sprint ed esercizio dell'basso intensità è il segreto.„

Esaminando le frequenze cardiache in esseri umani, Williams direzione dall'influenza dei fattori psicologici, come veduto il più drammaticamente nei surfisti di grande Wave. Le loro frequenze cardiache prolungate livello (90 per cento del massimo basati sulle prove della pedana mobile) sono indotte dall'adrenalina, non esercizio. “Appena sedendosi sulla spiaggia prima che entrassero l'acqua ha indotto le frequenze cardiache dei surfisti a raggiungere quasi 180 battiti per minuto,„ Williams ha detto.

Lo stesso fenomeno è veduto in altri sport alla ricerca di emozione. Gli autisti di macchina da corsa di formula ed i corridori di motocross egualmente sono stati trovati per mantenere le frequenze cardiache a 90 per cento del massimo per i periodi prolungati, comunque non per finchè i surfisti.

“La componente psicologica ha teso ad essere trascurata, ma potete realmente vederlo in surfisti. La gente fa questi sport alla ricerca di emozione per l'attività  dell'adrenalina e quel pregiudica il cuore,„ Williams ha detto.

È sano? “Sono in camice di stupore di forma e non ho sentito parlare mai alcuni problemi da un'alta frequenza cardiaca prolungata a meno che ci fosse una circostanza preesistente. Ma possono essere esauriti per una settimana dopo il combattimento delle onde grandi,„ ha detto.

A differenza dei surfisti umani, le frequenze cardiache dei delfini scendono quando stanno guidando le onde. Quando Williams stava provando a misurare le frequenze cardiache dei delfini di nuoto, non potrebbe tenerle dalla guida dell'onda di prua della sua barca. “Non stanno facendola per l'emozione; stanno risparmiando appena l'energia catturando la facile scappatoia,„ ha detto.

La scoperta delle aritmia cardiache nei cetacei di profondo-immersione subacquea ha ottenuto Williams che pensa al fatto che il segmento di nuoto dei triathlon rappresenta oltre 90 per cento delle morti del giorno della corsa, particolarmente nelle sedi dell'acqua fredda. La combinazione di alte frequenze cardiache all'inizio della corsa (Williams ha detto che sa da esperienza che l'adrenalina sta scorrendo mentre i corridori fanno pagare nell'acqua) ed immersione improvvisa in acqua fredda è una sfida estrema per il cuore. Può essere in modo schiacciante per la gente con le circostanze cardiache preesistenti, ha detto. Nella risposta, l'organizzazione di triathlon di U.S.A. ha pubblicato le nuove linee guida di temperatura dell'acqua nel 2013 per gli eventi sanzionati.

Source:

University of California - Santa Cruz