Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il danno del nervo causato dalla lebbra si è collegato ai cambiamenti nel cervello dei pazienti

La plasticità del cervello è la capacità del cervello di cambiare anatomicamente che dal punto di vista funzionale sia in risposta ai cambiamenti nell'organismo o nell'ambiente.

Per molti anni, i ricercatori hanno ritenuto che il cervello non soffrisse i cambi principali dopo l'infanzia. Sebbene la plasticità del cervello predomini durante i primi anni di vita, la ricerca effettuata durante i 30 anni ultimi ha indicato che può anche accadere nell'età adulta, continuante a cambiare con imparare. La plasticità del cervello può anche accadere dopo la lesione, l'amputazione o il danno del nervo.

La lebbra, anche conosciuta come il morbo di Hansen, può essere rintracciata di nuovo a storia dell'umanità iniziale. Le descrizioni di una lebbra di somiglianza di disturbo poichè la conosciamo oggi sono state trovate risalente del 1550 su un papiro egiziano B.C. Inoltre, il tzaraath di parola, che alcuni credono specificamente si riferisce alla lebbra, può essere trovato nell'antico testamento, in cui è considerato più temuto di tutte le malattie.

La lebbra è un'infezione cronica causata dai leprae del micobatterio dei batteri e dal lepromatosis del micobatterio. Il bacillo infetta principalmente i tessuti nervosi, piombo all'infiammazione nervosa che pregiudica il più spesso gli occhi, le mani ed i piedi. La contaminazione fra le persone può accadere attraverso una tosse o un contatto che comprende i liquidi. Sebbene corrente non molto contagiosi, nel passato, i pazienti con la lebbra siano condannati per vivere vita in isolamento per salvare altre dai pericoli della malattia. La lebbra è curabile con la terapia del multidrug ma le inabilità fisiche e le deformità rimangono anche dopo la maturazione batteriologica.

Il danno del nervo causato dalla lebbra piombo alle inabilità ed alle deformità dell'arto quali una mano della branca, un dolore neuropatico e una sensazione di bruciore. I pazienti con la lebbra richiedono il ripristino a lungo termine per gestire le conseguenze croniche di danno neurale. Finora, la lebbra è stata pensata per pregiudicare i nervi periferici che connettono le parti del corpo al cervello senza pregiudicare il cervello stesso. Tuttavia, un nuovo studio fatto da un gruppo di ricerca pluridisciplinare all'università federale di Rio de Janeiro, Brasile, indica che il danno periferico del nervo causato dalla lebbra può effettivamente cambiare il cervello.

La corteccia di motore del cervello è la regione responsabile della generazione degli impulsi neurali che raggiungono il midollo spinale e gestiscono l'esecuzione dei movimenti. Il gruppo piombo dal Dott. Claudia Domingues Vargas ha usato lo stimolo magnetico transcranial (TMS), un metodo non invadente, per misurare la connessione fra il cervello ed i muscoli dell'impugnatura in sei pazienti adulti con la lebbra che presenta la branca passi la deformità. Come previsto, l'impugnatura era generalmente più debole nelle mani influenzate dei pazienti riguardante le mani meno commoventi ed a quelle delle persone in buona salute. Inoltre, due sui quattro muscoli collaudati della mano hanno avuti una rappresentazione relativamente più piccola nel cervello se confrontato ad altri muscoli nello stesso paziente o in persone in buona salute. Interessante, il nervo ulnare, che fa la connessione fra il cervello ed i due muscoli con la più piccola rappresentazione, di più è stato influenzato dalla malattia che altri nervi nello stesso paziente. D'altra parte, un muscolo connesso al cervello da un nervo più di meno ha pregiudicato ha mostrato il più forte segnale neuroelectrical, indicante una risposta evocata più robusta. Ciò che trova dimostra che la rappresentazione del cervello per un muscolo dato può cambiare secondo il grado di danno nel nervo che connette il muscolo al cervello, che è prova per plasticità del cervello.

“I nostri risultati indicano che l'area di motore corticale che corrisponde alla mano più commovente soffre i cambiamenti, rivelanti quello che il danneggiamento causato dalla lebbra non è limitato della lesione periferica del nervo„, dice il Dott. Vargas.

Una migliore comprensione della relazione fra disfunzione dell'arto causata dalla lebbra e plasticità del cervello può contribuire a sviluppare le nuove strategie del trattamento per milioni di persone corrente che soffrono da questa malattia antica.

Source:

Publicase Comunicação Científica