I ricercatori sviluppano il composto basato a metallo di promessa per combattere il cancro del rene

I ricercatori hanno sviluppato un composto basato a metallo di promessa che distrugge le cellule tumorali del rene, mentre lasciando le celle normali illese. I risultati possono fornire un nuovo modo di trattamento del cancro del rene, aprente il potenziale per le terapie più potenti e meno più tossiche che davrebbero a malati di cancro una migliore qualità di vita.

“Il cancro del rene è diagnosticato frequentemente verso la fine delle fasi quando ci sono opzioni minime per il trattamento della malattia micidiale. La speranza è che questa potrebbe potenzialmente piombo alle nuove terapie che estenderebbero la durata della vita dei malati di cancro che sono diagnosticati tardi,„ hanno detto il Dott. Joe Ramos, PhD, un professore ed il Direttore del programma di biologia del Cancro all'università di centro del Cancro di Hawai.

La scienza chimica ha pubblicato i risultati dal Dott. Maria Contel, un professore associato nel dipartimento di chimica all'istituto universitario di Brooklyn (la City University di New York) ed il Dott. Ramos. Lo studio evidenzia l'efficacia aumentata ed ha diminuito la tossicità dei composti anticancro che contengono i due metalli, titanio ed oro, chiamati Compound 5 una volta usato insieme. La ricerca indica che l'attività antitumorale migliore può essere dovuto l'interazione dei metalli differenti con gli obiettivi biologici multipli, o dalle proprietà chimiche e fisiche migliori di nuovo composto.

“Un composto basato oro (chiamato Auranofin) è stato usato per trattare le malattie reumatiche per anni e recentemente è stato utilizzato nei test clinici per il trattamento di alcuni cancri quale la leucemia linfocitaria cronica. Tuttavia, quella droga non funziona bene per il cancro del rene. Un'individuazione importante per noi era che l'incorporazione del frammento di titanio nel composto basato simile oro 5 ha aumentato l'attività e la specificità verso il cancro del rene,„ ha detto Contel.

A differenza dei composti metallici precedenti conosciuti per combattere le celle cancerogene, questo composto dell'titanio-oro non attacca il DNA, ma piuttosto causa la morte della cellula tumorale bloccando un gruppo di enzimi che supporta la sopravvivenza e la metastasi della cellula tumorale.

Il composto 5 ha restretto i tumori ed ha eseguito meglio nei modelli preclinici che la droga approvata dalla FDA del platino, Cisplatin, mostrante la promessa eccellente per ulteriore sviluppo clinico. I ricercatori sottolineano la necessità di avere ulteriori studi per trovare come il composto pregiudica altri cancri e migliorano il suo potenziale per uso clinico.

“Per effettuare la migliore ricerca sul cancro che di avanguardia dobbiate spesso lavorare fra le discipline e le istituzioni. Questo lavoro è il risultato di una tal collaborazione. Ciò è l'ordinamento di lavoro promosso particolarmente dai centri del Cancro come il centro del Cancro di UH ed è una missione importante dei centri del Cancro designati NSC come nostri,„ ha detto Ramos.

Il centro del Cancro di UH ospiterà il primo simposio internazionale dei composti organometallici nel dicembre 2015 in cui i ricercatori della cima nel campo si incontreranno per dividere e discutere gli ultimi risultati di usando ai i composti basati a metallo per combattere il cancro.

Source:

University of Hawaii Cancer Center