Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori trovano la proteina quel ruolo cruciale dei giochi in via di sviluppo di infiammazione allergica della galleria di ventilazione

Le allergie stanno diventando più ordinarie, specialmente in paesi industrializzati. Oltre a raffreddore da fieno, l'asma allergica corrente è considerata come una delle allergie più diffuse. I ricercatori di UFZ ed i loro colleghi dall'università di Lipsia recentemente sono riusciti nell'individuazione della proteina che svolge un ruolo critico nello sviluppo di infiammazione allergica della galleria di ventilazione. La scoperta potrebbe aprire la strada per le nuove terapie, come egualmente influenza la progressione dell'allergia.

Universalmente, ci sono più di 300 milione pazienti di asma. In Germania da solo, 10 - 15 per cento dei bambini soffrono da asma allergica che è alterata spesso dagli agenti inquinanti ambientali. Con l'oggi disponibile dei farmaci, i sintomi possono efficacemente essere alleviati, ma senza affrontare la causa di origine. Le ragioni precise quanto a perché determinata gente soffre da asma allergica non sono ancora completamente chiare. Tobias Polte ed il suo gruppo dal dipartimento dell'immunologia ambientale al Helmholtz concentra per la ricerca ambientale (UFZ) ha collaborato con gennaio Simon ed i suoi colleghi dalla clinica per la dermatologia, la venereologia e l'allergologia all'università di Lipsia e recentemente è riuscito nella scoperta della molecola che svolge un ruolo significativo nello sviluppo di infiammazione allergica della galleria di ventilazione - come dimostrato nella loro pubblicazione recente nelle comunicazioni della natura.

La proteina syndecan-4 è trovata nella membrana cellulare dell'antigene che presenta le celle (APCs). Queste sono celle immuni che individuano le sostanze esogene (antigeni). Le interiorizzano e migrano al linfonodo più vicino, dove le presentino ad altre celle immuni, vale a dire cellule T. In questo modo iniziano una reazione che immune quella piombo alla sensibilizzazione ad un antigene particolare, come per esempio ad un allergene del coregone lavarello. È sopra il contatto rinnovato con questo allergene del coregone lavarello che i sintomi tipici di asma allergica sorgono. „Nel nostro studio potevamo dimostrare che syndecan-4 svolge un ruolo critico nella migrazione dell'APC„, diciamo Polte. Il „quando syndecan-4 sta mancando di, gli APC non può trovare il loro modo alle cellule T e conseguentemente non può attivarli. Di conseguenza, la reazione immune non può avere luogo e la sensibilizzazione ad un antigene particolare cessa.„

Con le indagini all'università di Lipsia, i ricercatori potevano egualmente indicare che syndecan-4 negli APC egualmente svolge un ruolo centrale nel trattamento infiammatorio di asma allergica: i sintomi allergici di asma dei mouse sono migliorato quando sono stati dati gli anticorpi contro syndecan-4. Il „in linea di principio, syndecan-4 sarebbe un buon punto di partenza per le nuove terapie„, dice Polte. Il „poiché esibisce le varie funzioni nel metabolismo delle cellule, effetti secondari potenziali è ancora difficile da valutare. “Alleviare i sintomi dei pazienti con asma allergica, il trattamento di infiammazione allergica della galleria di ventilazione con i glucocorticoids e l'uso di uno spruzzo di asma del broncodilatatore continuerà ad essere preminente nell'immediato futuro. Il „là sarà soltanto un'efficace terapia che ottiene alla causa di origine quando completamente abbiamo capito le relazioni dietro lo sviluppo di asma allergica„, dice Polte. „Tuttavia, nel nostro studio potevamo scoprire una componente importante con syndecan-4 che dovrebbe aiutarci sulla strada ad identificare le nuove terapie.„