Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati trovano il nuovo modo inibire la crescita delle cellule tumorali del polmone

Gli scienziati hanno identificato un nuovo modo fermare la crescita delle cellule tumorali del polmone, bloccando la loro capacità di usare le fonti alternative di nutrizione. La scoperta è stata permessa identificando i programmi metabolici usati dalle cellule tumorali per rifornire la loro crescita di combustibile. I risultati indicano i nuovi viali possibili per il trattamento del cancro polmonare, che è il secondo cancro comune e rappresenta oltre un quarto di tutte le morti in relazione con il Cancro. I risultati dello studio sono stati pubblicati il 15 ottobre nella cella molecolare del giornale.

Che cellule tumorali mangiano„

Il metabolismo delle cellule tumorali è molto differente dalle celle normali. La proliferazione rapida significa che le cellule tumorali hanno aumentato i bisogni energetici. Questa esigenza è soddisfatta facendo uso di glucosio (zucchero) come la sorgente principale di nutrizione. Glucosio di uso delle cellule tumorali ai dieci di tariffe o persino alle centinaia di periodi più grandi di quello delle celle normali. Quando il glucosio diventa insufficiente, tuttavia, le cellule tumorali devono passare a usando le fonti alternative di nutrizione per mantenere la loro crescita e sopravvivenza.

Un gruppo degli scienziati dalla McGill University, dell'università a St. Louis, università di Washington di ITMO San Pietroburgo, in Russia e l'università di Bristol nel Regno Unito ha studiato la risposta delle cellule tumorali a disponibilità diminuita di glucosio, la sorgente principale del combustibile per la maggior parte delle cellule tumorali. Il gruppo ha scelto di sperimentare con uno dei tipi più comuni di cancri polmonari - non piccolo cancro polmonare delle cellule, che pregiudica 85-90 per cento di tutte le vittime del cancro polmonare. Hanno trovato che alcune cellule tumorali del polmone cambiano le loro preferenze dell'alimento - commutazione dal glucosio alla glutamina dell'amminoacido - quando lo zucchero è insufficiente.

I ricercatori hanno trovato che le cellule tumorali usano un enzima conosciuto come PEPCK per riprogrammare il metabolismo della cellula tumorale. “Fino ad oggi, PEPCK è stato studiato soltanto estesamente in tessuti specializzati che preparano il glucosio, quale il fegato,„ dice Emma Vincent, il socio di ricerca alla McGill University e l'autore principale dello studio. “Abbiamo trovato che alcune cellule tumorali egualmente esprimono PEPCK e questo conferisce a loro la capacità di convertire la glutamina in energia ed in particelle elementari per sostenere la loro crescita. Facendo questa opzione metabolica, PEPCK permette che non appena le cellule tumorali sopravvivano a, ma continuare a proliferare nell'ambito di inedia condiziona.„ Gli scienziati hanno dimostrato che bloccare PEPCK in cellule tumorali potrebbe rallentare la crescita del tumore in mouse.

Combustibili alternativi per le cellule tumorali

Il gruppo egualmente ha trovato la prova dei livelli aumentati di PEPCK in tessuti dai pazienti del polmone-Cancro. “Il fatto che i livelli di PEPCK sono elevati in alcuni casi del cancro polmonare umano suggerisce che questo enzima possa svolgere un ruolo nella malattia umana,„ aggiunge Russell Jones, professore associato della fisiologia al centro di ricerca sul cancro di Goodman dell'università McGill. Lo studio suggerisce che la disponibilità nutriente nell'organismo, in cui le cellule tumorali devono competere per glucosio ed altre sostanze nutrienti, possa urtare la progressione del cancro. “Il nostro lavoro indica che i cancri possono usare le sorgenti del combustibile alternativo per contribuire a determinare la loro crescita nelle circostanze stressanti,„ nota prof. Jones. “Questa flessibilità notevole fa parte di che cosa fa il cancro così estremamente, ma le offerte sperano nell'individuazione delle terapie nuove.„

“Capire i meccanismi usati dalle cellule tumorali per adattarsi al loro ambiente crea le nuove possibilità per trattare questa malattia micidiale,„ spiega lo studente bioinformatician e di PhD di Alexey Sergushichev, al dipartimento delle tecnologie informatiche all'università di ITMO. “Speriamo che il nostro lavoro su PEPCK e le alterazioni metaboliche in cellule tumorali del polmone piombo alle innovazioni nel trattamento per il non piccolo cancro polmonare delle cellule, uno dei tipi più micidiali di cancri.„

Source:

McGill University