Palbociclib e la combinazione del paclitaxel restringe il ricoverato dei tumori con il cancro al seno del positivo di ER

Combinando il nuovo palbociclib della droga di cancro al seno con il paclitaxel (Taxol) ha restretto i tumori a metà quasi del paziente con il cancro al seno (ER) positivo del estrogeno-ricevitore, secondo la nuova ricerca dalla Scuola di Medicina di Perelman all'Università Della Pennsylvania. I risultati saranno presentati Sabato al Simposio 2015 del Cancro al Seno di San Antonio (P6-13-08 Astratto). Un secondo studio (P4-13-04 Astratto), essere presentato Venerdì fornisce le nuove bugne a come il cancro al seno sviluppa la resistenza al palbociclib, un avvenimento comune fra molti pazienti che catturano la droga.

“I Risultati del primo studio hanno trovato che il palbociclib e il paclitaxel possono combinarsi sicuro su un programma di dosaggio alternante,„ hanno detto Angela DeMichele, MD, MSCE, il Alan e Professore Associato di Jill Miller nell'Eccellenza del Cancro al Seno nel Centro del Cancro del Abramson di Penn ed in autore senior sullo studio. “L'alto tasso di risposta abbiamo veduto suggerisce che questa combinazione possa giudicare i vantaggi per i pazienti sopra paclitaxel soli. Sulla Base di questi risultati, che un più grande test clinico per determinare i vantaggi è autorizzato.„

Una Terapia Complementare

Palbociclib mira alla divisione rapida delle celle del tumore inibendo l'attività degli enzimi CDK4 e CDK6, che contribuiscono a determinare la divisione cellulare e upregulated nella maggior parte dei cancri. I ricercatori hanno sospettato che il meccanismo unico dei palbociclib di atto può rendergli un buon partner per altre droghe di cancro al seno quale paclitaxel, che uccisioni che dividono le celle a certo punto nel trattamento della divisione cellulare (anche conosciuto come “il ciclo cellulare„). Palbociclib efficacemente ferma prima il ciclo cellulare che indica e in linea di principio può sincronizzare così le cellule tumorali in un modo che le rende più vulnerabili ad una dose molto attentamente seguente di paclitaxel.

per cominciare a verificare questo concetto nella clinica, nel DeMichele e nei colleghi, compreso l'autore principale Amy S. Clark, MD, MSCE, un assistente universitario di Ematologia-Oncologia nel Centro del Cancro di Abramson, curato 27 pazienti di cancro al seno con le dosi alternanti di palbociclib - quotidiano amministrato per parecchi giorni per volta - e paclitaxel amministrato una volta alla settimana. I ricercatori infine si sono sistemati su una dose ottimale del palbociclib di 75 mg al giorno, combinata con una dose standard di paclitaxel.

Lo scopo principale dello studio era di determinare se questo dosaggio alternante delle due droghe è abbastanza sicuro da utilizzare nelle prove su più vasta scala. I risultati indicano che questo è sembrato essere il caso. Sebbene la maggior parte dei partecipanti sviluppino lo stato di conteggio della basso bianco sangue cella conosciuto come la neutropenia, un effetto collaterale comune di palbociclib e dell'altro chemo droga, DeMichele dice in generale che non era pericoloso. Alcuni partecipanti hanno fatti le loro dosi del palbociclib abbassarsi come conseguenza della circostanza.

Sebbene la prova non sia destinata per provare se la combinazione è più efficace contro i tumori del petto che il paclitaxel, le risposte dei pazienti stavano promettendo. Restringimento o scomparsa a lungo termine Quasi a metà indicato dei tumori rilevabili. “Il tasso di risposta parziale o completo fra l'intera popolazione era 12 su 27, o 44 per cento e quattro pazienti supplementari hanno raggiunto la malattia stabile per sei mesi o più lungo,„ Clark ha detto.

“Che è sembrato meglio di che cosa ci saremmo attesi da paclitaxel da solo, ma il solo modo conoscere la differenza per sicuro è con un test clinico ripartito con scelta casuale della combinazione contro la singola droga,„ DeMichele ha detto.

Il gruppo ora spera di installare una tal prova. Egualmente pianificazione una prova simile facendo uso CDK4/6 di un inibitore di recente sviluppato, il ribociclib di Novartis.

Bugne a Resistenza

In uno studio relativo, DeMichele ed i suoi colleghi, collaboranti con un gruppo al creatore Pfizer dei palbociclib, hanno cercato le bugne molecolari a come il cancro al seno sviluppa la resistenza alla droga. Esaminando i campioni prelevati da un paziente con il corso del suo trattamento con palbociclib, il gruppo ha trovato che mentre i tumori sono diventato resistenti, le celle più di quanto raddoppiato la loro espressione di parecchi geni cella-ciclo-moventi, compreso PLK1, TOP2A, CDK1 e BUB1. Gli studi del piatto del Laboratorio sulle celle del tumore che sviluppano la resistenza a palbociclib hanno rivelato i simili cambiamenti.

Lo studio ha messo a fuoco su un paziente della Medicina di Penn che in primo luogo è stato diagnosticato con cancro al seno nel 1999. Dopo più di una decade delle terapie standard, il cancro del paziente è stato trovato per progredire nel 2010. Come componente di un test clinico più iniziale, ha cominciato il trattamento con palbociclib. La droga ha indotto il tumore della donna a restringersi ed il suo cancro è rimanere senza progressione per quasi tre anni, fino ad individuare nel 2013 una lesione cutanea metastatica.

Considerevolmente, le cellule tumorali resistenti non sono sembrato perdere l'attività del soppressore RB1 del tumore--un meccanismo potenziale di resistenza poiché gli enzimi CDK4 e CDK6 determinano la divisione cellulare in parte sopprimendo RB1. L'analisi egualmente ha eliminato parecchi altri meccanismi sospettati compreso le alterazioni ai geni CDK4/6 ed ai geni del ricevitore dell'estrogeno.

“Sembra che mentre la droga blocca due driver importanti del ciclo cellulare, CDK4 e CDK6, altri geni del ciclo cellulare possono compensare con i livelli aumentati di espressione per permettere alle celle del tumore di cominciare dividersi ancora,„ DeMichele ha detto. “Che suggerisce che potremmo potere impedire questa resistenza aggiungendo una droga che blocca questi altri driver del ciclo cellulare.„

Sorgente: Scuola di Medicina dell'Università Della Pennsylvania

Source:

University of Pennsylvania School of Medicine