Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le abitudini alimentari possono influenzare la qualità di sonno

Un nuovo studio ha scoperto che quello mangia meno fibra, grasso saturato ed il più zucchero è associato con più leggero, sonno più di meno ristoratore e ed interrotto.

I risultati indicano che la maggior assunzione della fibra ha predetto più tempo passato nella fase di sonno profondo e lento dell'onda. Al contrario, un'più alta percentuale dell'energia proveniente da grasso saturato ha predetto il sonno meno lento dell'onda. La maggior assunzione dello zucchero egualmente è stata associata con i più risvegli da sonno.

“Il nostro risultato principale era che la qualità di dieta ha influenzato la qualità di sonno,„ ha detto St-Onge di Marie-Pierre del ricercatore principale, il PhD, l'assistente universitario nel dipartimento di medicina e l'istituto dell'alimentazione umana al centro medico di Columbia University in New York, la N.Y. “era il più sorprendente che un giorno solo di maggior consumo di grassi e di fibra più bassa potrebbe influenzare i parametri di sonno.„

I risultati di studio sono pubblicati nell'edizione di gennaio del giornale della medicina clinica di sonno.

“Questo studio sottolinea il fatto che è a dieta ed il sonno è intrecciato nel fabbricato di uno stile di vita sano,„ ha detto l'accademia americana di Presidente il Dott. Nathaniel Watson della medicina di sonno, che non è stato non coinvolgere nello studio. “Per salubrità ottimale è importante operare le scelte di stile di vita che promuovono il sonno sano, come il cibo della dieta nutriente ed esercitazione regolarmente.„

Lo studio egualmente ha trovato che i partecipanti sono caduto addormentato più velocemente dopo il cibo dei pasti fissi forniti da un dietista, che erano più bassi in grasso saturato e più alti in proteina che i pasti autoselettivi. Ha richiesto a partecipanti un una media di 29 minuti per cadere addormentato dopo il consumo gli alimenti e delle bevande della loro scelta, ma soltanto 17 minuti da cadere addormentato dopo il cibo hanno gestito i pasti.

“Che la dieta può influenzare il sonno d'individuazione ha implicazioni tremende di salubrità, date il riconoscimento aumentante del ruolo di sonno nello sviluppo dei disturbi cronici quali ipertensione, diabete e la malattia cardiovascolare,„ ha detto St-Onge.

Ripartita le probabilità su, studio dell'incrocio ha fatto partecipare 26 adulti -- 13 uomini e 13 donne -- chi ha avuto un peso normale e un'età media di 35 anni. Durante le 5 notti in un laboratorio di sonno, i partecipanti hanno passare 9 ore a letto dalle 10 di sera alle 7 di mattina, dormendo per 7 ore e 35 minuti in media alla notte. I dati obiettivi di sonno sono stati riuniti di notte da polysomnograhy. I dati di sonno sono stati analizzati a partire dalla notte 3, dopo i 3 giorni di alimentare controllato e dalla notte 5, dopo l'un giorno ad libitum dell'ingestione di cibo.

Secondo gli autori, lo studio suggerisce che a raccomandazioni basate a dieta potrebbero essere usate per migliorare il sonno in quelle con qualità difficile di sonno. Tuttavia, gli studi futuri sono necessari valutare questa relazione.

Source:

American Academy of Sleep Medicine