Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori confermano che le guide dell'estratto del mirtillo rosso combattono UTIs nel minorenne allattato uno dei bambini

I ricercatori dalle università di Granada (Spagna) e di Kvopio (Finlandia) hanno confermato che l'estratto del mirtillo rosso contribuisce a combattere le infezioni di apparato urinario (UTIs) in bambini allattati al di sotto di un anno. Il loro lavoro ha provato che questo composto impedisce la prescrizione degli antibiotici nella profilassi per le infezioni di apparato urinario ricorrenti in infanti con riflusso vesicoureteral (VUR), così impedente il rischio di aumento della resistenza a antibiotici batterica.

Questa ricerca, pubblicata in caricatore di Anales de Pediatría (annali di pediatria), è stata costituita un fondo per dall'istituto di Instituto de Salud Carlos III. Ha contato con la collaborazione del dipartimento dell'università di chimica analitica e di ricerca e sviluppo del centro funzionale dell'alimento (CIDAF, per le sue iniziali nello Spagnolo), attraverso il professor Antonio Segura Carretero e quella dell'università di Kvopio, Finlandia, attraverso il professor Tarja Nurmi.

La ricerca ha compreso la partecipazione di 85 bambini al di sotto di un anno e 107 sopra quell'età, tutti influenzati tramite un'infezione urinaria ricorrente. 75 bambini erano l'estratto amministrato del mirtillo rosso, mentre gli altri 117 erano trimetoprim amministrato, un antibiotico batteriostatico derivato dalla pirimidina di trimethoxybenzyl, usata quasi esclusivamente per trattare le infezioni urinarie.

Efficace in adulti ed in bambini

L'autore principale di questo lavoro, il professor José Uberos Fernández dal dipartimento della pediatria (UGR), nota che, secondo l'analisi fatta a CIDAF, la composizione degli estratti del mirtillo rosso disponibili al servizio è eterogenea e non tutte le frazioni polifenoliche in loro sono ugualmente utili.

Fornito risultati, “l'estratto del mirtillo rosso, che in precedente ricerca già aveva indicato l'efficacia nell'impedire le infezioni urinarie in adulti, è egualmente efficace e sicuro per gli infanti allattati con questo circostanza„.

Gli effetti dell'estratto del mirtillo rosso sono stati, dopo le numerose prove in vitro, classicamente collegate alla quantità di proanthocyanidins presenti nell'estratto. “Questa molecola è metabolizzata rapidamente nell'intestino e nostro ricerca hanno provato che la concentrazione di proanthocyanidins individuati in urina è pochissimo„, il professor Uberos dice.

Il ricercatore da UGR sottolinea: “(cioè in esseri umani) l'effetto antiadesivo in vivo, sembra essere dovuto i metaboliti intermedi dei proanthocyanidins e ad altre molecole polifenoliche presenti in estratto del mirtillo rosso. In questo senso, alcuni acidi fenolici derivati dai mirtilli rossi metabolizzati sembrano avere alcuni beni antiadesivo molto interessanti e quello è qualcosa che il mio gruppo dei ricercatori stia lavorando su„.

Inoltre, i ricercatori intendono chiarire se i sui beni antinfiammatori (anche celebri da altri autori) possono migliorare i nephropathies dopo la pielonefrite ed il riflusso, presente in altri pazienti.