Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Rischio di mortalità più su nella gente con i disordini alimentari

I risultati da uno studio recentemente pubblicato indicano che le persone con i disordini alimentari sono al rischio aumentato di morte confrontato alla popolazione in genere. I ricercatori hanno trovato che le persone con le anoressie nervose (AN) hanno avute un tasso di mortalità più alto cinque volte che i loro stessi pari dell'età. Persone con la bulimia nervosa (BN) ed i disordini alimentari specificati non altrimenti (EDNOS), compreso disordine alimentare di baldoria (BED), anche-ad un di meno mortalità elevata dimensione-avuta. La maggior parte dei pazienti con sono morto delle cause naturali strettamente connesse al disordine alimentare. Il suicidio era la causa primaria del crollo non naturale.

Lo studio ha rivelato che i fattori di rischio per la morte prematura hanno compreso un più alto numero delle ospedalizzazioni di disordine alimentare di vita, scarico prematuro da un programma dell'ospedale, elaborante un disordine alimentare ad una vecchiaia, l'adattamento sociale difficile e l'indice di massa corporea più basso (BMI) al periodo dell'ospedalizzazione.

I ricercatori concludono che “il suicidio è una preoccupazione importante non solo in, ma in tutti i disordini alimentari, richiedenti l'attenzione intensiva di tutti i clinici.„ L'individuazione che lo scarico prematuro dal trattamento è stato associato con più breve tempo di morte sottolinea l'importanza del mantenimento e di supporto delle persone con i disordini alimentari durante il trattamento del trattamento.

Il Dott. Manfred Fichter, autore principale dello studio, ha specificato che “c'è ancora una necessità disperata di sviluppare i trattamenti più efficaci per i disordini alimentari, particolarmente anoressie nervose.„ Questa ricerca sottolinea la severità dei disordini alimentari, con la mortalità aumentata osservata per, i BN e perfino i disordini alimentari che non rispondono ai criteri diagnostici completi.

Source:

Academy for Eating Disorders (AED)