Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ricercatori che sviluppano unità cryotherapy per diminuire danno di tessuto

La terapia fredda lungamente è stata prescritta per quelle che recuperano dall'ambulatorio ortopedico, dall'infiammazione del muscolo e dalle lesioni in relazione con sport, con i trattamenti che variano dai bagni di ghiaccio all'immersione nelle camere cryotherapy dell'intero-organismo.

Eppure i rischi per interfaccia e vasi sanguigni esposti si sono restretti dalle temperature di 50 gradi di Fahrenheit o sotto possono essere severi, piombo in alcuni casi al nervo e danno di tessuto, la neuropatia ed impatti più seri sull'arto trattato. Fra 1.500 e 2.000 casi di tali lesioni sono riferiti ogni anno negli Stati Uniti.

I ricercatori all'università del Texas a Arlington e l'università del Texas ad Austin stanno trovando una soluzione sotto forma di che cosa sono creduti per essere i primi protocolli convenzionali per efficace e sicurezza di utilizzo della terapia fredda e un'unità cryotherapy avanzata che può stimolare il flusso sanguigno per tenere il tessuto sano e per minimizzare gli effetti secondari potenziali.

I fratelli di Matthew, un professore associato della cinesiologia nell'istituto universitario di UTA dell'innovazione di salubrità e di professione d'infermiera, è co-ricercatore sul progetto. Il lavoro è supportato da un quadriennale, la concessione $1,1 milioni dagli istituti della sanità nazionali. I fratelli ed il suo co-ricercatore Kenneth Diller, un'università del Texas a professore di Austin di assistenza tecnica biomedica, accanto ad altri colleghi, file una richiesta di brevetto provvisoria per la tecnologia innovatrice che deriverà dal loro lavoro. Il gruppo può garantire il finanziamento supplementare mentre raggiungono i risultati.

Corrente, circa 800 pazienti di area di Austin stanno partecipando al trattamento convenzionale di prova. L'assunzione nell'area di Arlington è preveduta per cominciare a febbraio.

La ricerca preliminare ha indicato che una sessione cryotherapy minuta 30 causa una riduzione approssimativa di 90 per cento in flusso sanguigno all'area trattata, cui continua per fino a tre ore dopo che il trattamento è eccessivo e temperature cutanee ha ritornato ai livelli di preraffreddamento.

“Questa riduzione pronunciata e continua in flusso sanguigno, che abbassa la consegna di ossigeno e delle sostanze nutrienti all'area trattata, contribuisce a questi effetti collaterali,„ ha detto i fratelli, che hanno unito il UTA nel 2015. “La nostra ricerca stabilirà i tempi e le temperature ottimali per il trattamento e verificherà i modi stimolare il flusso sanguigno all'area del trattamento. Egualmente svilupperemo le nuove unità che applicano il freddo direttamente al sito del trattamento per aumentare la precisione di cura.„

Corrente, senza protocolli convenzionali, i professionisti estremi possono sostenere l'uso continuo di cryotherapy per i giorni e perfino le settimane mentre altri raccomandano un periodo dell'applicazione di 20 - 30 minuti seguiti da un periodo di cessazione di due ore.

Oltre ai protocolli di sviluppo e ad un'unità del prototipo, il gruppo egualmente sta studiando i meccanismi fisiologici dietro le riduzioni in flusso sanguigno, con una serie di esperimenti che comprendono infondere le sostanze differenti che urtano il regolamento dei vasi sanguigni. Queste sostanze variano dagli antiossidanti ad un che blocchino la risposta dei nervi comprensivi che causano la vasocostrizione. I cambiamenti nella circolazione sanguigna poi sono misurati facendo uso di una sonda di doppler del laser per determinare le ragioni dietro le riduzioni in flusso sanguigno.

Anne Bavier, decano dell'istituto universitario di professione d'infermiera e dell'innovazione di salubrità, ha lodato l'iniziativa come modello del lavoro dell'università per avanzare la salubrità e lo stato umano nell'ambito della pianificazione strategica 2020: Soluzioni stampate in neretto | Impatto globale.

“Direzione che non ci sono corrente protocolli per l'uso delle unità cryotherapy malgrado consapevolezza dei rischi ai pazienti,„ Bavier ha detto. “Questo lavoro apprezzato fornirà la conoscenza e le nuove tecnologie state necessaria per assicurare la sicurezza paziente mentre fornendo i vantaggi che i trattamenti di raffreddamento sono stati conosciuti per dal periodo di Ippocrate.„

Source:

University of Texas at Arlington