La dieta Materna durante la gravidanza e la lattazione piombo ai cambiamenti epigenetici in prole

Mentre lo studio mostra, una dieta ad alta percentuale di grassi durante la gravidanza e la lattazione piombo ai cambiamenti epigenetici nella prole. Questi cambiamenti pregiudicano le vie metaboliche regolamentate dalla GIP dell'ormone dell'intestino, con cui la prole adulta è più suscettibile dell'obesità e dell'insulino-resistenza, il precursore al diabete di tipo 2. I Simili meccanismi non possono essere eliminati in esseri umani, secondo Pfeiffer.

Gli autori principali Michael Kruse e Farnaz Keyhani-Nejad recentemente hanno pubblicato i risultati in collaborazione con i ricercatori di Helmholtz Zentrum München nel Diabete del giornale (Kruse et al., 2016; 65:1-11; DOI:

Come gli scienziati nel mondo intero osservano, i bambini delle madri obese hanno un elevato rischio dell'obesità e dei disordini metabolici. I risultati Recenti suggeriscono che gli effetti epigenetici in relazione con la dieta possano anche svolgere un ruolo causale in questo. Dagli esseri umani e dai mouse sono geneticamente molto simili, molti modelli del mouse di uso degli scienziati studiare tali relazioni nelle condizioni controllate. Tali studi sugli esseri umani non sono possibili.

Questo studio ha messo a fuoco sugli effetti epigenetici sulle vie metaboliche GIP-regolamentate che sono avviate dalla dieta materna durante la gravidanza e la lattazione. La GIP è un ormone che l'intestino rilascia dopo l'ingestione di cibo e che stimola la secrezione di insulina dal pancreas. Influenza il metabolismo delle celle grasse e dell'ossidazione grassa in muscoli scheletrici e mentre l'ormone anabolico promuove l'accumulazione del Massachusetts dell'organismo. Questi effetti sono mediati dalla GIP tramite ricevitore della GIP. Se questo ricevitore sta mancando di come nel mouse di Gipr-/-, l'ormone può più non esercitare il suo effetto naturale e gli animali sono normalmente protetti dall'obesità e dall'insulino-resistenza. Poiché il modello del mouse di Gipr-/- è ben adattato per lo studio sulle vie metaboliche GIP-regolamentate, i ricercatori hanno usato questa razza del mouse per il loro studio. Lo sforzo selvaggio tipo del modello del mouse ha servito da controllo.

In Primo Luogo, i ricercatori hanno diviso le madri del mouse in tre gruppi, che sono stati alimentati il cibo differente durante la gravidanza e la lattazione:

  • Gruppo 1: Mouse di Gipr-/- che hanno ricevuto una dieta ad alta percentuale di grassi
  • Gruppo 2: Mouse di Gipr-/- che hanno ricevuto il cibo regolare
  • Gruppo 3: mouse Selvaggio Tipi con il ricevitore intatto della GIP, che ha ricevuto il cibo regolare

Dopo lo svezzamento, tutta la prole dei tre gruppi è stata alimentata il cibo normale per 22 settimane seguite da una dieta ad alta percentuale di grassi per 20 settimane supplementari.

Mentre gli scienziati osservati, la prole adulta dei gruppi 1 e 3 hanno guadagnato una quantità significativa di massa grassa durante la dieta ad alta percentuale di grassi di 20 settimane sebbene mangino di meno che la prole del gruppo 2. Egualmente avevano intensificato i livelli di colesterolo, di glucosio e di insulina nel sangue. Inoltre, hanno esibito l'infiammazione aumentata del tessuto adiposo e celle grasse ingrandette e meno grasso ossidato in loro muscoli. Ancora, i ricercatori hanno trovato che l'attività dei geni differenti è stata alterata nei gruppi 1 e 3 rispetto al gruppo 2. Questi geni svolgono un ruolo nell'ossidazione grassa in muscoli e nei trattamenti infiammatori in tessuto adiposo o sono compresi nel regolamento del consumo di energia dal cervello.

“L'attività di gene alterata potrebbe parzialmente essere rintracciata di nuovo a metilazione del DNA, cioè, cambiamenti epigenetici,„ ha detto Pfeiffer. “I Nostri risultati indicano probabilmente indirettamente che la GIP egualmente svolge un ruolo nel consumo di energia, che è gestito dal cervello, diminuendo la sensibilità dell'insulina dell'ipotalamo,„ l'endocrinologo aggiunto. Ciò è un'assolutamente nuova individuazione. Resta vedere fino a che punto questi risultati possono applicarsi agli esseri umani. La Più ricerca su questo argomento è necessaria. Tuttavia, è chiaro che la dieta non solo ha un'influenza diretta sulla persona, ma anche può pregiudicare la prole.

Sorgente: DZD di Diabetesforschung del fuer di Deutsches Zentrum

Source:

Deutsches Zentrum fuer Diabetesforschung DZD