Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di CHLA sviluppano il modello novello per lo studio del disordine neonatale del polmone

I ricercatori all'istituto di ricerca di Saban dell'ospedale pediatrico Los Angeles hanno creato un modello novello per lo studio del disordine del polmone dei neonati. Il loro studio, pubblicato il 10 febbraio in PLOS UNO, descrive il primo modello che permette che i ricercatori considerino gli effetti cronici dell'affezione polmonare inerente allo sviluppo.

La sindrome di emergenza respiratoria neonatale (RDS) è un'affezione polmonare restrittiva caratterizzata da immaturità insufficiente del polmone e del tensioattivo. Il tensioattivo svolge i ruoli importanti di multiplo nel polmone, come facilitazione dell'espansione del polmone, impedendo gli spazi aerei sprofonda ed aiutando l'infezione di lotta. I bambini sopportati con RDS spesso sono dati il tensioattivo supplementare e richiedono un ventilatore di aiutarli per respirare. Ulteriormente, questi bambini hanno spesso altre emissioni mediche quale la prematurità.

Gli studi precedenti hanno riferito che i bambini con RDS e gli adulti con altre affezioni polmonari, hanno bassi livelli di fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), una proteina di segnalazione che promuove la crescita di nuovi vasi sanguigni. Fa parte del sistema che ripristina il rifornimento di ossigeno ai tessuti quando la circolazione sanguigna è insufficiente. Nel mesenchyme del polmone, è conosciuto per avere un ruolo centrale nella formazione dello sviluppo di ramificazione della struttura come pure degli alveoli e del vaso sanguigno del polmone.

Per sviluppare un modello animale che studia esattamente come VEGF pregiudica lo sviluppo del polmone, è stato necessario da duplicare i comorbidities veduti in bambini, come la consegna prematura e la ventilazione meccanica. Tuttavia, queste circostanze provocano un modello che ha troppe variabili, rendente lo difficile studiare gli effetti di VEGF anormale. Ulteriormente, molti studi hanno valutato i cambiamenti soltanto nelle settimane primissime di vita, che non fornisce informazioni sui cambiamenti a lungo termine al polmone ed alla traiettoria globale di salubrità della persona.

Il modello sviluppato a CHLA ha studiato i mouse a termine con una manipolazione genetica per valutare gli effetti a lungo termine dei livelli anormali di VEGF. I ricercatori potevano osservare i mouse per tre mesi, finché lo sviluppo del polmone non fosse completo.

““Girando giù„ la segnalazione di VEGF, abbiamo trovato che era abbastanza “accende„ l'affezione polmonare, anche negli animali pieni di termine che non erano su ossigeno e non hanno avuti altri problemi,„ ha detto Minna Wieck, MD, un ricercatore e un residente chirurgico a CHLA e primo autore sullo studio. Overproducing - conosciuto come “overexpressing„ - un ricevitore dell'esca che lega VEGF, il gruppo a CHLA poteva ripiegare le caratteristiche fondamentali di RDS, compreso il tensioattivo basso livella. Infine, quando i mouse con questo cambiamento genetico si sono sviluppati negli adulti, hanno dimostrato la funzione polmonare restrittiva anormale. Ciò può avere implicazioni importanti nel trattamento e nella prognosi dei bambini con l'affezione polmonare neonatale.

“I bambini con i problemi respiratori crescono spesso per essere adulti con i problemi respiratori,„ ha detto Tracy Grikscheit, MD, un chirurgo pediatrico e ricercatore principale all'istituto di ricerca di Saban di CHLA. “Il nostro scopo è di potere trovare i nuovi modi intervenire molto presto per urtare significativamente la qualità di vita per i nostri pazienti. Ora possiamo studiare i vari fattori che urtano severamente lo sviluppo del polmone dei bambini prematuri e più specificamente alle terapie umane future dell'obiettivo. Questo modello imita la circostanza e che permetterà che gli scienziati determinino meglio il meccanismo quel effetti a lungo termine delle unità che possono piombo alla malattia rendente non valida.„ Grikscheit è autore senior sullo studio. È egualmente un professore associato impiegato di ruolo di chirurgia alla scuola di medicina di Keck dell'università della California del Sud.

Source:

Children's Hospital Los Angeles