Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio non trova effetto benefico del farmaco del cancro sul morbo di Alzheimer

Il bexarotene, aka il Targretin® del farmaco del cancro, resi a titoli quando i ricercatori hanno riferito che ha abbassato rapidamente Aβ nel cervello, ha diminuito le placche dell'amiloide ed hanno migliorato l'apprendimento ed a memoria in mouse che imitano le funzionalità salienti del morbo di Alzheimer (AD). La controversia si è sviluppata quando altri gruppi hanno riprodotto soltanto alcuno ed in alcuni casi nessuno, dei dati. I ricercatori nel campo dell'ANNUNCIO hanno atteso ardentemente i risultati degli studi clinici, speranti essi chiarirebbero. Ora, i primi rapporti stanno entrando ed ancora, sono in disaccordo circa se la droga avvantaggierà i pazienti dell'ANNUNCIO.

In un piccolo studio pilota di 20 pazienti con l'ANNUNCIO, quattro settimane di bexarotene non hanno diminuito il camice della placca. Tuttavia, la rappresentazione di cervello ha suggerito che la droga leggermente abbassasse questi depositi in un sottoinsieme della gente che non ha portato l'allele ApoE4, un fattore di rischio genetico per l'ANNUNCIO. Gli autori propongono che questi risultati stendano il fondamento per una più grande prova di fase 2.

Il contributo a quell'idea viene da uno studio finalizzato di un paziente dell'ANNUNCIO nel Belgio. Oltre 20 mesi sulla droga, la sua memoria stabilizzata. La rappresentazione dell'amiloide e l'analisi del suo liquido cerebrospinale hanno indicato scarso effetto nei livelli di Aβ del cervello, tuttavia, lascianti gli scienziati per domandarsi se il bexarotene potrebbe avvantaggiare la memoria in modo diverso.

I risultati non pubblicati da una piccola prova pilota sembrano supportare l'idea che la droga lasci Aβ immutato. Bexarotene ha aumentato ApoE nel cervello, ma non ha avuto effetto su Aβ, almeno sopra l'a breve termine. Uno studio del ratto, anche, non ha trovato effetto di bexarotene su Aβ.

Alcuni ricercatori pianificazione spingere avanti con ulteriori test clinici, comunque altri avvertono contro questo a causa dei sui effetti secondari: Bexarotene può aumentare drammaticamente i livelli di trigliceridi e di colesterolo nel sangue, moventi sul rischio di malattie cardiovascolari.

Mentre i ricercatori sono in disaccordo sopra bexarotene difficile per l'ANNUNCIO, egualmente non hanno consenso ancora su come funziona. La droga è stata sviluppata per attivare determinati ricevitori nucleari, ma i nuovi ricercatori suggerisce che egualmente abbia un modus operandi completamente differente. Bexarotene funge da diruttore molecolare, dicono, impedente le singole molecole di Aβ la riunione nei dimeri, nei trimeri e negli oligomeri più grandi che si sviluppano nelle fibrille che fanno le placche. Il lavoro suggerisce che il bexarotene non solo aiuti chiaramente quelle placche, ma le ferma dalla formazione da cominciare con. Ha potuto questo spiegare c'è ne dei risultati clinici?

Source:

Alzforum