Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Radioterapia più panobinostat più efficace per tumore al cervello aggressivo e ricorrente

La radioterapia efficacemente danneggia i tumori cerebrali ma le cellule tumorali possono ripararsi per vivere sopra. Ora, i ricercatori al centro del Cancro di Sidney Kimmel hanno verificato una strategia quella radioterapia delle associazioni con una droga che ha interrotto la capacità del tumore di ripararsi.

I ricercatori dicono il loro studio paziente 12, pubblicato il 29 gennaio 2016 online davanti alla stampa nel giornale dell'Neuro-Oncologia, offerta abbastanza promessa che un più completo, test clinico di fase 2 dovrebbe essere condotto per verificare la terapia di combinazione a tumore al cervello aggressivo e ricorrente.

“Abbiamo veduto la sinergia fra la radioterapia e l'agente, panobinostat. I nostri risultati suggeriscono che il panobinostat renda la radioterapia molto più efficace,„ dice l'autore senior dello studio, Yaacov R. Lawrence, M.D., del dipartimento dell'oncologia di radiazione all'istituto universitario medico di Sidney Kimmel dell'università di Thomas Jefferson.

Tutti e 12 i pazienti esaminati hanno avuti gliomi dell'alto grado che erano ricorso dopo la radioterapia iniziale. Otto pazienti hanno avuti glioblastoma ricorrente e quattro hanno avuti astrocytoma anaplastico ricorrente. Questi due moduli di tumore al cervello aggressivo rappresentano quasi 70 per cento dei gliomi recentemente diagnosticati, che sono diagnosticati annualmente in circa 10.000 pazienti. Malgrado la risposta a radiazione iniziale, la maggior parte dei pazienti ricadono in due anni e la sopravvivenza globale poi è limitata ad un anno o più di meno.

“Non c'è il trattamento standard per i gliomi ricorrenti dell'alto grado. A Jefferson, abbiamo molta esperienza dell'offerta del secondo corso di radiazione dopo le ricadute di un paziente, per aumentare la sopravvivenza, ma siamo eccitati dalla promessa di un agente mirato a che fa la radioterapia di ripetizione e di iniziale più efficace,„ diciamo che il co-author Adam Dicker, M.D., Ph.D., FASTRO, presidenza e professore dell'oncologia di radiazione, della farmacologia e della terapeutica sperimentale all'istituto universitario medico di Sidney Kimmel.

Panobinostat, approvato per uso nel 2015 per il trattamento del mieloma multiplo, sta provando in vari altri cancri. È un inibitore di deacetylase dell'istone che è stato indicato per modificare l'espressione di circa otto per cento delle molecole del RNA prodotte dai geni. Il RNA di modificazione cambia la produzione della proteina, unsetting la crescita del cancro. La droga egualmente spegne RAD51, un enzima della riparazione del DNA, il Dott. Dicker dice.

I ricercatori hanno trovato che la dose elevata di panobinostat provata in pazienti è stata tollerata bene ed hanno osservato la sopravvivenza senza progressione migliore e la sopravvivenza globale.

“L'intenzione di questo studio non era di dimostrare il vantaggio della terapia di combinazione, ma per la sicurezza della prova. Eppure, abbiamo notato l'attività di promessa, che deve essere convalidata in ulteriori studi,„ il Dott. Lawrence diciamo.

Source:

Thomas Jefferson University