Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'intervallo di comprensione della malattia neurologica collegato con il virus di Zika è priorità urgente, avverte i ricercatori

La comprensione il disgaggio e dell'intervallo della malattia neurologica connessi con infezione virale di Zika è una priorità urgente, avverte i ricercatori dall'università di istituto di Liverpool dell'infezione e della sanità globale.

Dai primi rapporti di infezione virale di Zika nel Brasile all'inizio del 2015, la sua diffusione della rapida ha provocato un 1 stimato·5 milione casi con 4 milioni hanno predetto attraverso il continente entro la fine dell 'anno e la dichiarazione dall'organizzazione mondiale della sanità “di un'emergenza di salute pubblica di preoccupazione internazionale.„

Scrivendo in un nuovo articolo di commento per le malattie infettive della lancetta, i professor Tom Solomon e Matthew Baylis, che corrente stanno sviluppando i progetti di ricerca di Zika come componente dell'istituto nazionale per l'unità di ricerca di tutela della salute della ricerca di salubrità (NIHR) (HPRU) nelle infezioni emergenti e zoonotiche, il punto culminante che cosa è conosciuto e più d'importanza lo sconosciuto, circa gli effetti neurologici del virus e considerano gli approcci stati necessari per affrontare lo scoppio.

Il professor Solomon, Direttore del HPRU, ha detto: “Sebbene l'infezione virale di Zika sia sospettata forte per causare la microcefalia -- una circostanza dove i bambini nascono con le teste insolitamente piccole che possono provocare i problemi inerenti allo sviluppo - questo collegamento ancora non è stata provata.

“Non vogliamo una ripetizione del virus di febbre rompiossa, in cui la controversia sopra i sui effetti neurologici evidenti è esistito per più di 80 anni finché uno studio ben progettato di caso-control non abbia provato un collegamento definitivo. Dobbiamo urgentemente adottare un approccio rigoroso della ricerca ad identificare gli effetti di Zika in modo da possiamo sviluppare le misure appropriate del trattamento.„

I ricercatori egualmente discutono lo spazio di conoscenza in come il virus è trasmesso. Mentre il virus soprattutto è sparso dai morsi dalle zanzare dell'Aedes, l'intervallo completo dei vettori della zanzara è ancora poco chiaro. Ulteriormente, alcuni rapporti recenti suggeriscono che possa anche essere trasmesso con seme e trasfusioni di sangue.

Con la resistenza crescente agli insetticidi un'emissione importante e un vaccino di Zika improbabile essere disponibile nell'immediato futuro, la distruzione dei siti di riproduzione della zanzara e la prevenzione dei morsi potrebbe essere i migliori modi in avanti per ora, i ricercatori suggeriscono.

Il professor Baylis, aggiunto: “Corrente abbiamo una serie di progetti di ricerca di Zika in via di sviluppo, in collaborazione con i partner nel Brasile ed altrove. Questi comprendono gli studi clinici per capire meglio la presentazione di malattia, studi di sistemi diagnostici, la ricerca puntata su capendo i meccanismi di malattia e la trasmissione studia per esaminare come la malattia sta spargendosi.„

Source:

University of Liverpool