Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo studio riferisce l'associazione fra gli incubi ed i comportamenti suicidi

Un nuovo studio è il primo per riferire che la relazione fra gli incubi ed i comportamenti suicidi parzialmente è mediata da una via a più gradi via la sconfitta, l'intrappolamento e la mancanza di speranza.

I risultati indicano che i pensieri, le pianificazioni o i tentativi suicidi erano presenti in 62 per cento dei partecipanti che hanno avvertito gli incubi e soltanto 20 per cento di quelli senza incubi. Le analisi multiple suggeriscono che gli incubi possano fungere da fattore di sforzo nella gente con disordine post - traumatico di sforzo (PTSD). Gli incubi possono avviare i tipi specifici di pensieri conoscitivi negativi -- quali la sconfitta, l'intrappolamento e la mancanza di speranza -- quale rinforzano i pensieri ed i comportamenti suicidi. Le vie fra gli incubi ed i comportamenti suicidi sembrano gestire l'indipendente da insonnia e dalla depressione del comorbid.

“PTSD aumenta il rischio di pensieri e di comportamento suicidi ed il nostro studio indica che incubi, un sintomo dell'marchio di garanzia di PTSD, può essere un obiettivo importante del trattamento per diminuire il rischio di suicidio,„ ha detto il ricercatore principale Donna L. Littlewood, il ricercatore di PhD in medico e le scienze umane all'università di Manchester. “Questo studio sottolinea l'importanza specificamente di valutazione e di ottimizzazione degli incubi presso quelle persone che sperimentano PTSD. Inoltre, il video ed i livelli previsti delle valutazioni conoscitive negative quali la sconfitta, intrappolamento e mancanza di speranza, possono diminuire i pensieri ed i comportamenti suicidi.„

I risultati di studio sono pubblicati nell'edizione del 15 marzo 2016 del giornale della medicina clinica di sonno.

L'accademia americana della medicina di sonno riferisce che gli incubi sono vivi, realistico e disturbando sogna tipicamente comprendendo le minacce contro la sopravvivenza o l'obbligazione, che evocano spesso le emozioni di ansia, di timore o del terrore. Un disordine di incubo può accadere quando gli incubi ripetuti causano l'emergenza o il danno nel funzionamento sociale o professionale. Gli incubi che cominciano entro tre mesi di un trauma sono presenti in fino a 80 per cento dei pazienti con PTSD e questi incubi post - traumatici possono persistere durante vita.

I dati per questo studio sono stati raccolti da 91 partecipante di cui aveva avvertito gli eventi traumatici, 51 chi ha risposto corrente ai criteri per PTSD e da un 24 supplementare di chi ha riferito una diagnosi priore di PTSD. Gli incubi sono stati misurati sommando le classificazioni dell'intensità e di frequenza dei punti pertinenti sul disgaggio clinico-amministrato di PTSD. I partecipanti egualmente hanno completato le misure del questionario di comportamento, di mancanza di speranza, della sconfitta e dell'intrappolamento suicidi. Dato le interazioni fra insonnia, PTSD ed il suicidio, una misura di insonnia è stata inclusa come covariate. L'analisi egualmente è stata condotta con e senza quei partecipanti che hanno avuti depressione del comorbid.

Questi studi sono stati intrapresi sotto la supervisione di Simon D. Kyle, PhD, del sonno e dell'istituto circadiano della neuroscienza all'università di Oxford nel Regno Unito.

Gli autori suggeriscono che ci siano vie supplementari che sostengono la relazione fra gli incubi ed il suicidio che dovrebbero essere identificati con ulteriore ricerca.

Source:

American Academy of Sleep Medicine