Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di SLU scoprono il composto che interrompe il trattamento fibrotico

I ricercatori di Saint Louis University hanno trovato che un tipo di composto che interrompe il trattamento che causa la fibrosi (sfregiare) nei polmoni e nel fegato anche mostra la promessa nell'impedire e nel trattamento della fibrosi in ancora un altro organo, il pancreas. La ricerca è stata condotta in un modello animale.

La fibrosi pancreatica - o la formazione di tessuto della cicatrice nel pancreas - è associata con pancreatite cronica, un progressivo e la malattia debilitante che manca di un trattamento specifico. Pazienti che fanno affrontare la pancreatite cronica un rischio aumentato di sviluppare il diabete ed il cancro del pancreas ed hanno diminuito la qualità di vita da dolore, da malnutrizione e da diarrea cronici. La pancreatite infine cronica diventa un punto in cui il paziente deve ricevere i vari enzimi ed insulina per sopravvivere a.

“Il nostro studio suggerisce che possa essere possibile sviluppare un trattamento che conserverebbe almeno la funzione restante del pancreas da fibrosi esitante. Nel migliore dei casi, fermando il trattamento fibrotico, è egualmente possibile il pancreas avrebbe una probabilità guarire e possibilmente recuperare alcuna della funzione persa,„ ha detto Barbara Ulmasov, Ph.D., autore principale del documento e professore di ricerca del socio di gastroenterologia alla Saint Louis University.

Le celle speciali nel pancreas chiamato celle stellari pancreatiche regolamentano lo sviluppo di pancreatite cronica. Sono attivate da una proteina chiamata fattore di crescita di trasformazione beta (TGFB), che stimola il fibrogenesis -- una serie di atti cellulari che causano la sovrapproduzione del collageno e del suo sfregio risultante.

Gli scienziati hanno indotto la fibrosi pancreatica in un modello del mouse ed hanno studiato se un composto chiamato un inibitore di integrin avrebbe bloccato il gene che attiva TGFB, impedente il lancio della reazione a catena che quello piombo allo sfregio.

Hanno trovato che le attività cellulari impedite inibitore di integrin quella piombo allo sfregio ed hanno tenuto la fibrosi pancreatica dallo sviluppo nel modello animale. Egualmente hanno trovato che l'inibitore di integrin ha spento che l'attivazione di TGFB in celle coltivate.

I risultati sono importanti nell'aiuto noi meglio capiscono la prevenzione potenziale ed il trattamento della malattia pancreatica, ha detto David Griggs, Ph.D., autore senior e Direttore di biologia al centro universitario del Saint Louis per salubrità e la medicina del mondo.

“Sebbene la comprensione delle cause di pancreatite cronica ed il cancro del pancreas abbiano avanzato negli ultimi dieci anni, nè l'incidenza nè il risultato da queste malattie è cambiato -- indicando che le grandi lacune nella conoscenza rimangono che hanno impedito lo sviluppo di efficaci misure del trattamento e di preventivo,„ Griggs ha detto.

“In questo documento abbiamo identificato un gruppo di proteine come nuovi e giocatori importanti nel meccanismo del fibrogenesis pancreatico. Facendo uso di un modello del mouse di pancreatite cronica si è sviluppato nel laboratorio di SLU, abbiamo dimostrato che i piccoli composti molecolari sviluppati dal centro di SLU per salubrità e la medicina del mondo possono arrestare molto rapido il trattamento di fibrosi anche dopo che è bene in corso nell'organo.„

I punti seguenti, Griggs ha detto, sono di studiare come gli inibitori di integrin reagiscono con altre celle nel pancreas e vedere se il composto, che è stato dato ai mouse come infusione, possono trasformarsi in una droga che è data oralmente.

Source:

Saint Louis University