Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga di Losmapimod non riesce ad incontrare il punto finale primario nel test clinico

I pazienti che catturano il losmapimod, una droga antinfiammatoria corrente che è diventata, dato che 12 settimane che seguono un attacco di cuore non hanno mostrato i miglioramenti nel punto finale primario della prova, nella tariffa della morte cardiovascolare, nell'attacco di cuore successivo o nel maggiore coronario urgente, che comprende il collocamento di un ambulatorio di esclusione di arteria coronaria o dello stent, secondo la ricerca presentata all'istituto universitario americano della sessione scientifica annuale della cardiologia sessantacinquesima.

I risultati provengono a partire dalla fase iniziale di prova del losmapimod che fa partecipare 3.500 pazienti. Poiché la prova non riuscita per incontrare il suo punto finale primario, autori di studio ha detto la seconda prova di fase che fa partecipare 22.000 pazienti non andrà in avanti. Tuttavia, in un'individuazione che potrebbe autorizzare ulteriore studio, la prova offre una certa prova che la droga può avvantaggiare un sottoinsieme dei pazienti che avvertono il modulo più severo di attacco di cuore, di infarto miocardico di elevazione di St-segmento, o di STEMI.

“In generale i risultati erano posizione di folle, non mostrante prova di efficacia nella nostra analisi primaria,„ ha detto Michelle O'Donoghue, M.D., un cardiologo e ricercatore nel gruppo di studio di TIMI a Brigham e l'ospedale delle donne e l'autore principale dello studio. “, Tuttavia, abbiamo veduto i segnali intriganti verso là potenzialmente essere una certa efficacia nei pazienti di infarto miocardico di St-elevazione. Ma perché quel segnale era soltanto all'interno di più piccolo sottogruppo, dovremmo convalidare quei risultati in un nuovo studio per confermare un tal effetto.„

Sebbene l'infiammazione sia una parte naturale della risposta dell'organismo alla lesione, può causare in alcuni casi più danno che buon. L'infiammazione è pensata per aumentare il rischio cardiovascolare dopo un attacco di cuore pregiudicando la guarigione del tessuto del muscolo di cuore, l'aumento della formazione di placca nelle arterie e sollevare la probabilità che la placca sposterà e causerà un altro attacco di cuore.

Losmapimod è stato sviluppato per neutralizzare questi effetti inibendo la chinasi proteica mitogene-attivata p38, celle degli enzimi di muscolo interne attuali del cuore ed altri tipi e quello delle cellule è attivato dai fattori di sforzo quali un attacco di cuore, un infarto o un'ipertensione persistente. Gli studi pilota più iniziali che fanno partecipare diverse centinaia pazienti hanno suggerito che il losmapimod potrebbe diminuire l'infiammazione in pazienti che subiscono le procedure stenting e che hanno suggerito che potrebbe contribuire a proteggere dagli eventi cardiovascolari avversi di maggiore.

La nuova prova, LATITUDE-TIMI 60, il più grande studio del losmapimod fin qui, era ripartita le probabilità su, fase messa in scena prova alla cieca 3 di prova facendo partecipare 3.500 pazienti ospedalizzati con un attacco di cuore acuto a 322 ospedali in 34 paesi. La metà dei pazienti ha ricevuto due volte al giorno 7,5 milligrammi di losmapimod e la metà ha ricevuto un placebo.

Dopo 12 settimane, un'analisi preliminare non ha evidenziato differenze nelle tariffe della morte cardiovascolare, dell'attacco di cuore successivo o del maggiore coronario urgente fra il gruppo che riceve il losmapimod rispetto a quelli che ricevono un placebo.

Sebbene la prova non sia abbastanza grande dimostrare conclusivamente gli effetti nei sottogruppi pazienti specifici, O'Donoghue ha detto che ulteriore studio sugli effetti dei losmapimod nel cuore può contribuire ad identificare i casi particolari in cui potrebbe essere utile.

“Siamo intrigati dal segnale potenziale verso il vantaggio, che è stato supportato, almeno nel concetto, da uno studio più iniziale che ha mostrato gli effetti favorevoli in termini di funzione ventricolare sinistra che segue l'infarto miocardico. Quindi, rimane possibile che il losmapimod possa avere effetti favorevoli sulla guarigione del cuore dopo un attacco di cuore, ma quello richiederebbe uno studio separato,„ O'Donoghue ha detto.

Inoltre, altre droghe destinate per porre freno la risposta infiammatoria possono ancora mostrare la promessa.

“Sebbene il nostro studio non mostri efficacia, penso che questi risultati non siano di dire che finalmente non troviamo un agente terapeutico che miri alle vie relative ad infiammazione e che mostro il vantaggio clinico. Ci sono altre prove che sono in corso che stanno mirando ad altre vie infiammatorie e la speranza è che uno di quei composti dimostrerà l'efficacia clinica,„ O'Donoghue ha detto.

Source:

American College of Cardiology