Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'effetto di fine settimana in ospedali pregiudica il trattamento del calcolo renale, risultati

I pazienti con le casse severe dei calcoli renali sono 26 per cento meno probabili da ricevere il trattamento tempestivo quando sono ammessi all'ospedale nel fine settimana, secondo uno studio dai ricercatori alla medicina di Loyola ed alla scuola di medicina di Chicago Stritch dell'università di Loyola.

Lo studio, pubblicato nel giornale dell'urologia, è il primo per indicare che un fattore di rischio ha chiamato “il trattamento ed i risultati del calcolo renale di influenze di effetto di fine settimana„. Gli studi precedenti che comprendono altre circostanze hanno trovato che l'esperienza dei pazienti di fine settimana ha ritardato i trattamenti, ospedale più lungo resta, più alti tassi di mortalità e più riammissioni.

I ricercatori di Loyola hanno esaminato le registrazioni di 10.301 paziente ammesso agli ospedali in Florida e la California che ha ricevuto un trattamento urgente del calcolo renale ha chiamato la decompressione (che toglie urina dal rene). Il trattamento in ritardo è stato definito come avvenimento più di 48 ore dopo l'ammissione.

Nello studio, 35 per cento dei pazienti del calcolo renale ricevuti hanno ritardato il trattamento della decompressione. Il loro tasso di mortalità, 0,47 per cento, era quasi tre volte più superiore al tasso di mortalità, 0,16 per cento, dei pazienti che hanno ricevuto il trattamento iniziale.

“L'implicazione di questi risultati è che gli ospedali ed i clinici dovrebbero sforzarsi di consegnare la stessa cura rapida e di alta qualità durante il fine settimana come durante la settimana lavorativa,„ Loyola che i ricercatori hanno scritto.

Uno studio più iniziale di Loyola ha identificato cinque risorse che possono aiutare gli ospedali per sormontare l'effetto di fine settimana: più su infermiere-al rapporto del letto; approvazione completa delle cartelle sanitarie elettroniche; ripristino fisico del ricoverato; un programma di di casa salubrità e un programma della gestione di dolore.

Oltre ai pazienti di fine settimana, altri pazienti del calcolo renale che hanno avvertito il trattamento in ritardo erano afroamericani, latino-americani e pazienti che erano non assicurati o hanno avuti assicurazione pubblica quali Assistenza sanitaria statale e Medicaid, secondo lo studio da Gopal senior Gupta autore, il MD, primo Robert Blackwell autore, MD e colleghi.

La prevalenza dei calcoli renali negli Stati Uniti è stimata per raddoppiarsi durante i 15 anni scorsi ed approssimativamente uno in 10 Americani avvertirà un attacco del calcolo renale durante le loro vite.

I calcoli renali sono piccoli giacimenti minerari che possono causare il dolore lancinante nel lato e nella parte posteriore ed a volte nausea e vomitare. Spesso, un paziente può passare semplicemente un calcolo bevendo i lotti dell'acqua. Ma se il calcolo è grande o causante le complicazioni, può richiedere il trattamento più esteso di eliminarlo, come brillamento con le onde di urto.

In alcuni casi, un calcolo renale può causare un'infezione di apparato urinario, un'insufficienza renale acuta (funzione difficile del rene) e/o una sepsi (una complicazione potenzialmente pericolosa dell'infezione). Il trattamento standard in tali casi è la decompressione, in cui un tubo o l'altra unità è utilizzato per togliere l'urina dal rene.

Gli studi di effetto di fine settimana sono stati intrapresi dal programma premonitore dell'analisi dei dati di Loyola, che estrae i grandi insiemi di dati per predire i risultati di salubrità. Oltre agli studi di effetto di fine settimana, i ricercatori stanno studiando, per esempio, le quante operazioni del cancro rettale un ospedale deve realizzare per i migliori risultati e se avendo un dipartimento di trauma conferisce “un effetto di alone„ benefico sui risultati pazienti generale.

I grandi nuovi database, le cartelle sanitarie elettroniche ed i computer più potenti stanno permettendo ai ricercatori di intraprendere tali studi.

“Ora possiamo chiedere e rispondere a una vasta gamma di domande che potrebbero contribuire significativamente a migliorare la cura paziente ed a diminuire i costi,„ ha detto Paul Kuo, il MD, MBA, FACS, un co-author dello studio del calcolo renale che dirige il gruppo dell'analisi dei dati di Loyola chiamato uno per mappare l'analisi dei dati. Il Dott. Kuo è il professore di John P. Igini e la presidenza del dipartimento di chirurgia della scuola di medicina di Chicago Stritch dell'università di Loyola.

 

Source:

Loyola University Health System