Che inibisce l'adrenalina i ricevitori diminuisce le metastasi del cervello del cancro al seno

Riga inferiore: Mentre guardiamo per inventare le nuove medicine per trattare il cancro, un approccio parallelo alle medicine attuali del repurpose può essere altamente efficace. Lo sforzo, mediato dall'adrenalina, è stato sospettato per promuovere la crescita del cancro e questo studio della ricerca indica che bloccando i ricevitori dell'adrenalina nei cancri al seno, riescono meno nella diffusione a e nella crescita nel cervello.

Sfondo: Le cellule tumorali sono nell'ambito dell'unità implacabile da spargersi, questa metastasi è responsabili di una maggioranza delle morti in relazione con il Cancro. La parte del corpo più minacciosa a cui il cancro può spargersi è il cervello che piombo a che cosa è chiamato metastasi del cervello. Poiché il cervello è altamente unico nella sue anatomia e biologia, le celle di cancro al seno che circolano nel sangue dovrebbero esibire le funzionalità uniche per sfruttare le sorgenti nutrienti indigene del cervello - neurochemicals. Interessante, l'adrenalina è un neurochemical importante che è abbondante durante lo sforzo ed egualmente limita i vasi sanguigni con conseguente pressione sanguigna elevata. Poiché molta gente è sulla medicina regolare di pressione sanguigna, abbiamo studiato con bioinformatica se i pazienti sui betabloccanti (una medicina specifica di pressione sanguigna che blocca il ricevitore dell'adrenalina) hanno avuti meno metastasi facendo uso di una città del database del paziente di speranza. Parallelamente, abbiamo esaminato la biologia del cancro dei cancri al seno e dell'adrenalina negativi tripli in laboratorio.

Come gli studi sono stati intrapresi e risultano: Questo studio è stato iniziato da uno studio retrospettivo della popolazione paziente metastatica del cancro al seno alla città di speranza, confrontante i pazienti che erano sui betabloccanti contro i pazienti che non stavano catturando i betabloccanti. L'analisi clinica ha suggerito che c'fosse metastasi in diminuzione in pazienti che catturano i betabloccanti.

Più a fondo abbiamo studiato gli effetti dei betabloccanti in laboratorio ed abbiamo trovato l'alta espressione del ricevitore sia nei tessuti negativi (TN) del cancro al seno del triplo che della metastasi del cervello ma non nei tessuti del cancro al seno di Her2+ e della metastasi del cervello. Poi abbiamo applicato vari betabloccanti utilizzati nella clinica alle celle della metastasi del cervello e del cancro al seno in laboratorio per osservare tre tratti di proliferazione, di migrazione e dell'invasione della metastasi. Abbiamo trovato che le celle di metastasi del cervello erano più sensibili delle celle di cancro al seno primarie ai trattamenti betabloccanti selezionati. C'era una diminuzione nella proliferazione, nella migrazione e nell'invasione in celle della metastasi del cervello una volta trattato con i betabloccanti. Per concludere, l'aggiunta a per mezzo dei betabloccanti da solo, abbiamo aggiunto i betabloccanti alle celle curate con le droghe che avrebbero attivato il ricevitore. Sebbene attivare il ricevitore aumenti i tratti metastatici, i betabloccanti hanno fatto diminuire quegli effetti.

Osservazioni degli autori': “Abbiamo trovato che alla città di speranza, i pazienti di cancro al seno sui betabloccanti nei pressi del periodo della loro chirurgia avevano fatto diminuire la ricorrenza postoperatoria e le metastasi del cancro, questi risultati intriganti piombo ad una collaborazione con il Dott. Jandial ed il suo laboratorio studiare la biologia di fondo del cancro„ - Michael Lew, M.D., presidenza e professore clinico nel dipartimento di anestesiologia

Poiché i sistemi biologici, sia sani che cancerogeni, tentano d'ottenere risparmio di temi ci siamo domandati se le celle di cancro al seno si evolvessero per rispondere ai prodotti chimici naturali del cervello quale epinefrina„ - Rahul Jandial. M.D., Ph.D., professore associato nel dipartimento di chirurgia

“Sia la ricerca del laboratorio che clinica ha mostrato che i betabloccanti possono fare diminuire la metastasi, suggerente i miglioramenti potenziali nell'ottimizzazione della metastasi del cervello da cancro al seno negativo triplo.„ - Cecilia Choy, collega post-dottorato alla città di speranza.

Source:

City of Hope