Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vapore esalato della e-sigaretta evapora nei secondi

Un nuovo studio che è presentato oggi al quarto posto di lavoro ed alla conferenza dell'interno degli aerosol nelle manifestazioni di Barcellona, per la prima volta, che hanno esalato particelle della e-sigaretta è goccioline liquide che evaporano nei secondi.

La ricerca - una collaborazione fra l'università tecnologica di Kaunas in Lituania, i laboratori federali svizzeri di EMPA per scienza e tecnologia dei materiali, ETH Zurigo l'istituto di tecnologia federale svizzero e le imprese di Fontem - è il primo studio dettagliato sul suo genere condotto per studiare le particelle in vapore esalato della e-sigaretta.

Parlando dalla conferenza oggi, il professor Dainius Martuzevicius, decano vice per la ricerca alla facoltà della tecnologia chimica, dell'università tecnologica di Kaunas e dell'esperto principale su qualità dell'aria negli ambienti chiusi, ha detto: “Ci sono pochi dati disponibili sui beni “particelle„ della e-sigaretta esalata nella letteratura scientifica e di conseguenza c'è una discussione crescente fra la comunità di salute pubblica se “le particelle„ esalate dopo uso di vaping i prodotti hanno implicazioni potenziali per qualità dell'aria negli ambienti chiusi.„

Durante lo studio, i vapers regolari hanno usato le e-sigarette disponibili nel commercio del sistema chiuso mentre i ricercatori hanno misurato le concentrazioni della particella nell'aria circostante. A seguito di esalazione immediata, lo scienziato ha osservato una disintegrazione e un'evaporazione rapide delle goccioline liquide del vapore, con i livelli che ritornano ai livelli di sfondo nei secondi. Ciò egualmente è stata osservata in nessun circostanze di ventilazione della stanza, rappresentanti uno scenario peggiore.

“Questo studio indica che le e-sigarette - simili ad altri a prodotti basati a aerosol del consumatore - scaricano le particelle primarie liquide nell'aria che scompaiono estremamente rapidamente,„ ha detto il Dott. Grant O'Connell, vicepresidente degli affari corporativi e regolatori, imprese di Fontem. “Ma d'importanza, questo egualmente ci dice quanto le particelle esalate fondamentalmente differenti della e-sigaretta sono confrontate a quelle emesse fumando le sigarette convenzionali, gli ultimi di cui sono riferiti per indugiare nell'aria per i lungi periodi di tempo. Al contrario, nessuna capitalizzazione delle particelle è stata registrata nell'uso seguente della e-sigaretta della stanza.„

Marc Michelsen, vicepresidente senior degli affari corporativi e delle comunicazioni, aggiunto: “Questi dati iniziali supportano le conclusioni della salute pubblica Inghilterra, l'istituto conceduto per la salute ambientale, la ricerca sul cancro Regno Unito ed altre che vaping all'interno è improbabile da porre un problema di qualità dell'aria agli spettatori e non-vapers.„

Le imprese di Fontem sta continuando la sua ricerca con gli studi supplementari per analizzare il trucco chimico delle particelle esalate del vapore ed i beni dinamici di altri a generi di consumo basati a aerosol, i risultati di cui saranno presentati al forum globale su nicotina a Varsavia, Polonia nel giugno 2016.

Circa le imprese di Fontem

Le imprese di Fontem è il proprietario di blu, di una marca principale della e-sigaretta negli Stati Uniti e del Regno Unito. È acquartierata nei Paesi Bassi ed il presente su due continenti, imprese di Fontem una società innovatrice dei beni di consumo, fondata nel 2012, commessa a sviluppare un portafoglio dei prodotti che soddisfanno le esigenze del consumatore, compreso i prodotti vaping elettronici più di alta qualità.

Dettagli di ricerca

VARIAZIONI DI CONCENTRAZIONE NELL'AEROSOL IN UNA STANZA DURANTE L'USO DI UN E-CIGARETTE

Introduzione

L'uso delle sigarette elettroniche (e-sigarette) sta aumentando rapido fra i fumatori come alternativa alle sigarette convenzionali del tabacco. Poichè le e-sigarette non contengono il tabacco e non richiedono la combustione, il meccanismo della generazione dell'aerosol all'interno di una e-sigaretta e di una sigaretta convenzionale del tabacco è fondamentalmente differente e così l'aerosol della corrente principale che è inalato da un utente ha proprietà chimiche e fisiche differenti. Ci sono pochi dati disponibili sui beni della e-sigaretta esalata “particelle„ nella letteratura scientifica e di conseguenza c'è una discussione crescente fra la comunità di salute pubblica se “le particelle„ esalate dopo uso di tali prodotti ha implicazioni potenziali per qualità dell'aria negli ambienti chiusi. Lo studio presente ha mirato a studiare le variazioni di concentrazione nell'aerosol all'interno di una stanza durante l'uso di una e-sigaretta del sistema chiuso.

Metodi

Una camera disimulazione è stata sviluppata a questo fine per rappresentare la distribuzione e la concentrazione di dimensione delle particelle dell'aerosol ad una posizione dell'esposizione potenziale di uno spettatore dell'occupante in un modo altamente del tempo risolto. Lo spettatore dell'occupante è stato rappresentato “da un manichino„ heated messo posizionato vicino ad una parete. I campioni dell'aerosol sono stati ritirati attraverso un tubo di rame dell'entrata nella bocca del manichino e sono stati divisi isokinetically agli strumenti di campionatura, che sono stati posizionati immediatamente fuori della camera per minimizzare le perdite della particella dovuto la diffusione e l'evaporazione. L'aria di ventilazione fornita ad una camera è stata condizionata in uno scambiatore di calore ed è stata trattata con tre punti di filtrazione - pre-filtro di classe F7, del filtro a carbone attivo e del filtro definitivo da HEPA 13. Un sizer veloce della particella di mobilità (FMPS; particelle di misurazione dell'aerosol da 5,6 a 560 nanometro [32 canali] con 1 seconda risoluzione) e conimetro a urto elettrico di pressione bassa (ELPI+; che misura l'aerosol le particelle da 0,017 µm 10,0 al µm [15 canali] che registra le letture ogni 1 secondo) è stato impiegato per riflettere le concentrazioni altamente del tempo risolte della particella e le distribuzioni per ampiezza. I dati ottenuti misura al modello di regressione facendo uso del metodo di minimi quadrati parziale per ottenere il modello di relazione fra i fattori che pregiudicano le concentrazioni della particella in una stanza. Le tariffe di disintegrazione di concentrazione sono state calcolate come misura della rimozione delle particelle da aria dell'interno.

Risultati

Le fluttuazioni molto rapide nelle variazioni di concentrazione nell'aerosol sono state osservate durante l'uso della e-sigaretta. Un aumento rapido nella concentrazione della particella durante il secondo intervallo 2-5 è stato seguito da una diminuzione rapida nella concentrazione, raggiungente i livelli di concentrazione di sfondo in 10 secondi. Una tariffa di disintegrazione a 2,7 1/s è stata calcolata se l'uso della e-sigaretta si presentasse nella grande prossimità allo spettatore (0,5 m). Così tariffa di disintegrazione rapida può essere associata con un'influenza diretta di aerosol esalato, che ha disperso rapidamente, possibilmente dovuto gli effetti dei campi termici dal manichino heated. Un ritorno rapido alle concentrazioni di sfondo egualmente indica che la maggior parte delle particelle esalate era nello stato liquido ed evaporato quasi immediatamente sopra esalazione. Una maggior distanza fra l'utente della e-sigaretta e lo spettatore ha provocato entrambe le concentrazioni massime più basse della particella accoppiati con una tariffa di disintegrazione più bassa. Ciò è stata associata con il fatto che le particelle hanno disperso più efficientemente nella stanza prima che raggiungessero il manichino, ma allo stesso tempo, nessuna capitalizzazione delle particelle è stata registrata nella stanza durante il periodo di 30 minuti dopo che uso della e-sigaretta.

Conclusione

Questo studio mostra che le particelle per la prima volta esalate della e-sigaretta sono goccioline liquide che evaporano rapido sopra esalazione. I risultati presentati qui possono avere un'implicazione positiva per uso continuato delle e-sigarette nelle aree dell'interno.

Source:

Fontem Ventures