I funzionari della sanità di Angola estendono la campagna della vaccinazione per febbre gialla fino le province di Benguela e di Huambo

Mentre l'Angola affronta with il suo scoppio peggiore di febbre gialla nelle decadi, il Ministero Della Sanità, Con il supporto dell'Organizzazione mondiale della sanità (WHO) ed i partner hanno esteso la campagna della vaccinazione oltre la capitale Luanda in Huambo e Benguela - 2 delle altre 5 province che riferiscono la trasmissione locale.

Da Quando lo scoppio ha cominciato nel dicembre 2015, 1908 hanno sospettato i casi di febbre gialla sono stati riferiti che (laboratorio 617 confermato) e 250 morti sono stati riferiti. La maggior parte dei casi è concentrata a Luanda ed altre in due province, vale a dire, in Huambo e in Huila.

Per contenere lo scoppio fuori della capitale, quasi 2,15 milione di persone saranno vaccinati in 5 distretti urbani nel corso delle prossime settimane densamente popolati nelle province di Benguela e di Huambo. Intorno 1 milione di persone nelle 2 province sono stati vaccinati finora.

“Questa vaccinazione mirata a è critica da proteggere quelli più al rischio esteso a tutto il paese e fermare ulteriore diffusione dell'infezione facendo il migliore uso del vaccino globale disponibile fornisce„, ha detto il Dott. Matshidiso Moeti, Direttore Regionale del WHO per l'Africa.

dal 2 Febbraio 2016, vicino a 6 milione di persone a Luanda hanno tratto giovamento da una campagna su grande scala della vaccinazione facendo uso dei vaccini messi a disposizione dalla riserva vaccino di emergenza di febbre gialla messa a disposizione attraverso il Gruppo Di Coordinamento Internazionale (ICG) per Disposizione Vaccino, con supporto da Gavi (Alliance Vaccino); il Fondo Centrale di Risposta di Emergenza di ONU (CERF) e una donazione vaccino dal Brasile.

Con la campagna della vaccinazione, il Ministero Della Sanità, il WHO ed i partner stanno funzionando per rinforzare la capacità di sorveglianza e di sistema diagnostico di malattia, sia presso l'Angola che i paesi limitrofi e migliorano il controllo di vettore, includente facendo uso dalle delle campagne guidate da comunità di educazione sanitaria di salute pubblica.

Il ″ La preoccupazione immediata è che il virus potrebbe spargersi ad altre agglomerazioni urbane in Angola e ad altri paesi. Il WHO invita tutti i paesi, particolarmente quelli che confinano l'Angola, ad aumentare la sorveglianza di malattia ed a rinforzare il controllo di vettore come pure a assicurarsi che tutto quelli che viaggiano in Angola siano vaccinati,„ dice il Dott. Bruce Aylward, Direttore Esecutivo a.i., Scoppi ed Emergenze di Salubrità, WHO.

Offerta Vaccino

Lo scoppio dell'Angola ha allungato le offerte vaccino attuali di febbre gialla. Durante gli scoppi, il vaccino disponibile è dato la priorità a per la risposta di emergenza. Alla fine del Marzo 2016, grazie a ICG partners, compreso l'UNICEF, l'emergenza che di febbre gialla la riserva vaccino è stata riempita e circa 10 milione dosi del vaccino ora sono disponibili.

Le Preoccupazioni esistono che se la febbre gialla si sparge ad altri paesi in Africa e l'Asia là fosse una necessità più ulteriormente di dare la priorità alle offerte vaccino, che avrebbero interrotto i programmi sistematici di immunizzazione in alcuni paesi.

“Accumulare i vaccini di febbre gialla ha provato critico nel combattimento della rinascita corrente della malattia,„ dice il Dott. Seth Berkley, il CEO di Gavi, Alliance Vaccino. “Con 6 milione dosi del vaccino all'anno, oltre a 3 milione dosi cofinanziate dall'Angola, Gavi è il singolo più grande contributore alla riserva di febbre gialla di emergenza. La situazione attuale è un ricordo di importanza di investimento nei programmi sistematici forti e sostenibili di immunizzazione per impedire tali scoppi e per proteggere le popolazioni' salubrità.„

Rafforzamento della sorveglianza internazionale

I casi di febbre Gialla nella gente che ha viaggiato dall'Angola sono stati riferiti 3 paesi Cina (11 caso), Repubblica Democratica Del Congo (10 casi con 1 a Kinshasa) e nel Kenya (2 casi).

Tre casse di febbre gialla sono state riferite nel sud dell'Uganda. I pazienti non hanno avuti cronologia di viaggio in Angola.

Il WHO sta lavorando con i paesi limitrofi quali il Repubblica Democratica Del Congo (DRC), la Namibia e lo Zambia per sostenere la sorveglianza di frontiera con l'Angola e la condivisione delle informazioni per impedire e diminuire la diffusione dell'infezione.

Consiglio di Viaggio

La Vaccinazione è la singola misura più importante per impedire la febbre gialla. Il vaccino è sicuro ed altamente efficace e un d'una sola dose fornisce l'immunità per tutta la vita.

Il Governo dell'Angola richiede tutti i più vecchi di 9 mesi dei viaggiatori dell'età per mostrare la prova della vaccinazione di febbre gialla sopra l'arrivo.  La Gente che sta viaggiando in Angola deve assicurarsi che ottengano vaccinate contro febbre gialla almeno i 10 giorni prima del viaggio. Il WHO consiglia i viaggiatori che vanno a e dall'Angola ed altri paesi in cui la febbre gialla accade per ottenere vaccinata e portare il loro certificato di vaccinazione quando viaggia.

Sorgente: http://www.afro.who.int/

Advertisement