L'agonista del ricevitore GLP-1 può avvantaggiare il diabete ad alto rischio

Da Eleonor McDermid

La Ricerca indica che per mezzo di un agonista del tipo di glucagone del ricevitore peptide-1 (GLP-1RA) invece di un analogo rapida-agente dell'insulina alle ore del pasto può diminuire la variabilità glycaemic in pazienti ad alto rischio con il Diabete di tipo 2.

“Il Miglioramento di parecchie misure che sono associate con lo studio medico di sostegni di rischi più ulteriormente su essere alla base dei meccanismi fisiologici come pure del potenziale affinchè questo regime migliorino i risultati medici in una grande e popolazione provocatoria dei pazienti„, dice Jeffrey Probstfield (Università di Washington, Seattle, U.S.A.) e colleghi Ricercatori di Prova di FLAT-SUGAR.

Dicono che i risultati aprono la strada per lo studio come indirizzare la variabilità del glucosio pregiudica i risultati cardiovascolari duri. A tal fine, hanno reclutato i pazienti simili a quelli nella prova di ACCORDO, in cui un regime dell'insulina del basale-bolo è stato associato con infarto miocardico diminuito ma la mortalità aumentata di tutto causa e cardiovascolare.

I 102 pazienti sono stati invecchiati fra 40 e 75 anni ed hanno avuti un evento cardiovascolare precedente o almeno due fattori di rischio cardiovascolari, oltre ad essere diabetici. Dopo Che un periodo di rodaggio della metformina usando più insulina due volte al giorno basale, con insulina rapida-agente alle ore del pasto, i pazienti sono stati definiti a caso a continui a per mezzo dell'insulina o dell'opzione rapida-agente al exenatide ad una dose quotidiana di massimo di µg 20.

Dopo 26 settimane del trattamento, i livelli glycated dell'emoglobina erano simili fra i gruppi, i ricercatori riferiscono nella Cura del Diabete.

Tuttavia, i coefficienti di variazione del glucosio, misurati dal video continuo del glucosio, sono caduto da una media di 2,4 nel gruppo di exenatide, ma sono aumentato da una media di 0,4 nel gruppo rapida-agente dell'insulina, dante una differenza significativa che ha favorito il gruppo di exenatide.

I Livelli di amminotransferasi dell'alanina sono caduto da 10,7 units/L nel gruppo di exenatide, rispetto ai 0,9 aumenti di unit/L nel gruppo rapida-agente dell'insulina e l'amiloide infiammatorio A del siero dell'indicatore ha aumentato di meno nel precedente che il gruppo posteriore.

Questi risultati sono “coerenti con un effetto metabolicamente favorevole sul fegato„, dicono i ricercatori.

Con una riduzione significativa di 4,8 chilogrammi del peso nel gruppo di exenatide, contro un aumento di 0,7 chilogrammi nel gruppo dell'insulina, questo suggerisce che il trattamento più lungo con il regime basale di insulin-GLP-1RA “potrebbe piombo ai vantaggi medici„, essi dice.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.