Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Cambiamenti nel cervello rendono alla gente all'l'alcolismo incline

Il tessuto cerebrale delle persone con dipendenza dell'alcool mostra vari cambiamenti confrontati alle persone di referenza analcoliche. I cervelli di Tutti Gli alcoolizzati dividono alcune caratteristiche, ma alcuni sono esclusivi al tessuto cerebrale degli alcoolizzati ansia-inclini di tipo 1 o del tipo impulsivo - 2 alcoolizzati, secondo uno studio recente dall'Università di Finlandia Orientale.

I ricercatori hanno analizzato il tessuto cerebrale post mortem dalle persone alcoliche e dai comandi analcolici. Gli Alcoolizzati sono stati divisi in due gruppi in base alla tipologia di Cloninger: tipo 1 e tipo - 2 alcoolizzati. Gli alcoolizzati di Tipo 1 sviluppano relativamente tardi la dipendenza dell'alcool nella vita e sono ad ansia incline. Tipo - 2 alcoolizzati, d'altra parte, sviluppano la dipendenza dell'alcool ad una giovane età e sono caratterizzati da comportamento e da impulsività antisociali.

“Dal punto di vista dell'impostazione di studio, questa divisione è stata fatta per evidenziare l'ampia gamma di gente che soffre dalla dipendenza dell'alcool. La realtà, naturalmente, è molto più diversa e misure di non ogni alcoolizzato in una di queste categorie,„ dice Olli Kärkkäinen, il MSc (Pharm), che ha presentato i risultati nella sua tesi di dottorato.

Uno dei cambiamenti compartecipi da tutti gli alcoolizzati era livelli aumentati di dehydroepiandrosterone nel cervello. Dehydroepiandrosterone è un ormone steroide che pregiudica il sistema nervoso centrale. Questi livelli aumentati possono, per la loro parte, spiegare la tolleranza dell'alcool, che si sviluppa come conseguenza di uso a lungo termine ed nel quali alcool più non causa una simile sensibilità del piacere come prima. Inoltre, tutti gli alcoolizzati indicati hanno fatto diminuire i livelli di trasportatori della serotonina in isola posteriore e la corteccia posteriore del cingulate, regioni del cervello si è associata con il riconoscimento delle sensibilità e dei processi conoscitivi sociali. Ciò che trova ha potuto essere collegata con il tipo sociale comportamento di ansia veduto in persone alcoldipendenti.

I cambiamenti anche trovati di studio specifici al tipo alcolico. Per esempio, i campioni di impulsivo, tipo del cervello - 2 alcoolizzati avevano aumentato i livelli di ricevitori di AMPA nella corteccia anteriore del cingulate. Modificando la funzione delle sinapsi fra i neuroni, i ricevitori di AMPA svolgono un ruolo nell'apprendimento e nel regolamento di, per esempio, modelli comportamentistici. Ciò può essere associata con la natura impulsiva di tipo - 2 alcoolizzati. Negli alcoolizzati di tipo 1, tuttavia, i cambiamenti sono stati veduti nel sistema del endocannabinoid, che modula le risposte di sforzo, tra l'altro. Per esempio, i livelli di docosahexaenoylethanolamide sono stati aumentati di amigdala, possibilmente connessa con la natura incline di ansia degli alcoolizzati di tipo 1.

“Questi risultati migliorano la nostra comprensione dei cambiamenti nel cervello che rendono alla gente all'l'alcolismo incline e che sono causati tramite uso a lungo termine. Tali informazioni sono utili per sviluppare le nuove terapie farmacologiche per alcolismo e per l'ottimizzazione dei trattamenti attuali ai pazienti che avvantaggieranno il la maggior parte,„ Kärkkäinen dice.

Globalmente, il carico di malattia causato dall'alcool è stimato per essere approssimativamente grande quanto il carico causato insieme mediante l'uso di tutte le sostanze illegali. In Paesi occidentali, circa 10-15 per cento della popolazione sono alcoldipendenti.

Sorgente: Università di Finlandia Orientale