Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Storia di spiegamento del virus di Zika in Americhe

I sistemi & la riforma di salubrità presenta sistemi del virus e di salubrità di Zika dell'articolo “nel Brasile: Dallo sconosciuto ad una minaccia,„ un commento dal professor Marcia C. Castro, ministero della sanità globale e popolazione, Harvard T.H. Chan School della salute pubblica, sull'epidemia del virus di Zika nel Brasile ed in Americhe. Il 1° febbraio 2016, un comitato (WHO) di emergenza dell'organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato i cluster dei difetti di nascita sospettati di collegamento ad un'epidemia del virus di Zika in Americhe come un'emergenza di salute pubblica di preoccupazione internazionale (PHEIC).

Un'associazione fra le infezioni di Zika durante la gravidanza e la nascita dei bambini con microcefalia (un difetto di nascita in cui il cervello di un infante non si sviluppa correttamente con conseguente più piccolo della testa di normale) in primo luogo è stata suggerita dai medici brasiliani nell'agosto 2015 e a novembre dai casi di microcefalia potenzialmente associati con Zika ha cominciato essere registrata; tre mesi più successivamente di WHO hanno fatto il suo annuncio. Nel Brasile, il paese sbattuto il più con violenza finora dall'epidemia, là è stato 6.906 casi sospettati di microcefalia il 2 aprile 2016. Il numero esatto delle infezioni di Zika nel Brasile non è conosciuto, ma la trasmissione autoctona del virus è stata confermata in tutti e 27 i stati nel Brasile. Inoltre, il 7 aprile la trasmissione autoctona del virus di Zika è stata confermata in 34 paesi/territori delle Americhe.

Secondo il commento, “la storia di spiegamento del virus di Zika in Americhe è molto più di una malattia trasmessa dalle zanzare che può pregiudicare lo sviluppo fetale. È la storia di una malattia che ha esposto i problemi e le sfide sollevate che i sistemi ed i governi commoventi di salubrità non possono trascurare.„ Basato in gran parte sulle lezioni fornite dall'epidemia dello Zika del Brasile, Castro discute cinque problemi e sfide critici e riflette sulle opportunità di rimediare loro.

L'articolo conclude che “le sfide corrente affrontate dal sistema brasiliano di salubrità dall'epidemia del virus di Zika come pure le soluzioni che sono applicate per sormontare alcune di queste sfide, atti di punto culminante che altri paesi in America Latina e nei Caraibi, con la trasmissione attiva del virus di Zika, dovrebbero considerare. Con un sistema sanitario universale e una riuscita strategia primaria di sanità, Brasile è in una migliore posizione che i sui paesi limitrofi per trattare la situazione caotica che è emerso con l'epidemia del virus di Zika. La lotta nel Brasile indica che la lotta contro il virus di Zika e contro altre malattie trasmesse dagli EA. il aegypti (febbre rompiossa e chikungunya), non può essere estratto se il solo combattente è il settore di salubrità, se le armi sono limitate e/o inadeguate e se la pianificazione di battaglia non indirizza i bisogni fondamentali e le destre della popolazione. Altrimenti, oltre a perdere questa lotta contro Zika, è appena una questione di tempo finché la minaccia seguente non arrivi.„

Source:

Taylor & Francis